menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brindisi, carabinieri forestali: nel 2019 4 mila controlli e sanzioni per 238 mila euro

Il bilancio delle attività effettuate lo scorso anno è stato presentato nella conferenza stampa al comando regione "Puglia"

BRINDISI - L'attività di controllo dell'Arma forestale per l'anno 2019 si è conclusa con un significativo bilancio presentato al comando regione carabinieri forestale "Puglia",  sul piano della prevenzione e diffusione della legalità ambientale ed una significativa contrazione degli illeciti amministrativi accertati.

Per quanto riguarda la provincia di Brindisi, l'attività è sfociata in 4.420 controlli, 1.517 persone e 435 veicoli  controllati. 126 le persone denunciate, 127 perseguiti, 52 sequestri penali ed un arresto/fermo. In riferimento, invece, agli illeciti amministrativi, sono 285 quelli accertati, 11 sequestri amministrativi e sanzioni per quasi 234 mila euro. 

Particolarmente efficace è risultato, a livello regionale e tra le diverse azioni di contrasto, il servizio di prevenzione e di emergenza ambientale 1515 dei carabinieri forestali, grazie al quale i cittadini possono direttamente segnalare le aggressioni al territorio, che complessivamente hanno riguardato 1.821 interventi, principalmente commesse in danno all’ambiente.

xylella ulivi torchiarolo-2

Tra queste aggressioni destano ancora particolare impressione l’abbandono incontrollato di rifiuti, le discariche abusive e i traffici organizzati che, unitamente alle illecite forme di smaltimento e combustione dei rifiuti, sono tra le cause di più forte perturbazione per l’ambiente con particolare riferimento al delitto di inquinamento ambientale. Risultano ancora rilevanti le violazioni alla normativa paesaggistico-urbanistica ed edilizia che rendono sempre attuale l’esigenza di difesa del suolo anche dal punto di vista dell’assetto idrogeologico. Come pure, sotto il profilo forestale, i tagli boschivi furtivi ed abusivi.

Appaiono soddisfacenti i risultati conseguiti in tema di tutela della fauna selvatica, grazie all’intensificazione del pattugliamento antibracconaggio, attraverso attività di appostamento e osservazione, con appositi servizi mirati nelle “zone umide” litorali nonché nelle zone interne del sub-appennino Dauno, del Gargano, della Murgia e delle Serre Salentine, con particolare attenzione alle aree naturali protette.

Controlli alimentari della Forestale-2

Una menzione particolare merita l’attività svolta per il contenimento della diffusione del batterio xylella fastidiosa, che è stata ulteriormente potenziata rispetto al 2018 con 5.572 controlli (+95,10%), tenuto conto che in Puglia gli alberi di olivo, oltre a costituire elemento caratteristico e peculiare del paesaggio rurale, rappresentano un patrimonio di inestimabile valore da proteggere e conservare anche sotto il profilo economico.

Tra le strategie che i carabinieri forestali mettono in campo per la tutela dell’ambiente e delle foreste è di fondamentale importanza dal punto di vista della prevenzione, la capillare e mirata attività di educazione ambientale svolta principalmente tra la popolazione scolastica, che ha avuto il suo apice nella celebrazione della giornata nazionale degli alberi.

I controlli

Nel corso dell’anno 2019 i carabinieri forestali nei differenti settori di intervento hanno effettuato 76.737 controlli, (+12,26%) rispetto al 2018; i veicoli controllati sono stati pari a 5.794 (+57,96%), mentre in calo sono le persone controllate (-11,07%).

I reati

Nel 2019 gli illeciti penali perseguiti sono risultati in netto aumento (+24,83%) come anche le persone denunciate (+14,69%) e i sequestri effettuati (+4,62%).

Gli illeciti amministrativi

Gli illeciti amministrativi complessivamente accertati nell’anno 2019 sono diminuiti rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-15,67%). I settori in cui si sono registrati dati maggiormente significativi sono: tutela delle aree protette (+71,11%), discariche e rifiuti (+8,69%) e incendi (+24,68%). Gli importi notificati nell’anno in esame, sono stati di oltre 2 milioni di euro, in diminuzione (-24,02) rispetto al 2018.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento