Attualità

Brindisi. All'istituto "Cappuccini" consegnati i tablet per la didattica a distanza

I carabinieri del comando provinciale hanno portato i 21 strumenti informatici direttamente alla dirigente scolastica Rosetta Carlino

BRINDISI - I carabinieri del comando provinciale di Brindisi, nella giornata di ieri, giovedì 7 maggio, hanno consegnato agli studenti dell’istituto comprensivo statale “Cappuccini” di Brindisi 21 tablet che serviranno per effettuare le lezioni a distanza e permettere così che l’anno scolastico prosegua senza subire eccessive ripercussioni a causa dell’epidemia in corso. L’istituto “Cappuccini”, che come le altre scuole ha interrotto le lezioni regolari da alcune settimane, con i finanziamenti stanziati dal ministero, ha provveduto a dotarsi dei dispositivi necessari per consentire agli studenti che ne erano sprovvisti di seguire le lezioni.

Uno dei problemi, tuttavia, era costituito dall’impossibilità di disporre il ritiro diretto e veloce dei dispositivi informatici agli studenti interessati, molti dei quali residenti fuori dal comune di Brindisi, a causa delle restrizioni imposte dalla situazione sanitaria che impongono la permanenza a casa. Il problema è stato prontamente risolto, grazie all’iniziativa della dirigente scolastica Rosetta Carlino e alla disponibilità dell’Arma dei carabinieri di Brindisi che, grazie alla capillare distribuzione sul territorio, ha consegnato in tempi brevissimi i dispositivi agli studenti che hanno accolto con sorpresa e soddisfazione l’iniziativa. I dispositivi sono stati consegnati direttamente agli studenti interessati e sono stati concessi in comodato gratuito, fino alla ripresa delle lezioni regolari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi. All'istituto "Cappuccini" consegnati i tablet per la didattica a distanza

BrindisiReport è in caricamento