“Amore è liberta”: storie di donne e violenze raccontate dagli studenti del De Marco

Incontro in occasione del 25 novembre, organizzato assieme al Cav Ricomincio da me

BRINDISI – Una ha il volto pieno di lividi, un’altra le braccia. Sono le ferite di due delle nove donne che hanno detto basta alla violenza consumata tra le mura di casa. Le loro storie sono state raccolte dal Centro antiviolenza di Brindisi e saranno raccontate dalle studentesse dell’istituto tecnico commerciale De Marco il 25 novembre, in occasione della giornata internazionale contro la violenza di genere.

L’incontro

L’iniziativa si chiama “Amore è libertà” ed è il risultato del lavoro svolto dal centro antiviolenza “Ricomincio da me”, gestito dalla cooperativa Aporti, in collaborazione con l’istituto Ferraris-De Marco-Valzani.

L’evento si svolgerà nell’auditorium dell’istituto De Marco, con inizio previsto alle 9. L’ingresso è libero. Ad aprire la manifestazione sarano la dirigente scolastica Rita De Vito e la coordinatrice del centro antiviolenza, Danila Coluccia, psicologa e psicoterapeuta.

I racconti

A seguire sono previsti gli interventi degli studenti. Le ragazze del De Marco leggeranno nove storie di donne, alcune delle quali sono state ospite della Casa rifugio, gestita dalla coop Aporti: “Hanno avuto il coraggio di chiudere le relazioni e sono riuscite a venir fuori dalla spirale della violenza”, anticipa Danila Coluccia. “Il loro coraggio sarà raffigurato da un simbolo affidato agli studenti”, prosegue. "Sono donne coraggio", sottolinea la dirigente scolastica Rita De Vito. "Donne che si raccontano nel luogo di libertà e democrazia per eccellenza, perché la conoscenza rende liberi".

Le fotografie

“A ogni racconto corrisponderà una foto per illustrate i segni delle violenze subite dalle donne”. Le operatrici del centro e della Casa rifugio hanno voluto prestare il loro volto e il loro colpo a queste donne, negli scatti che portano la firma di Luigia Scardicchio.

Per avere ulteriori informazioni sulle attività svolte dal Cav e della Casa rifugio è possibile rivolgersi alla coop Ferrante Aporti, che ha sede in via Tor Pisana 98 a Brindisi oppure telefonare ai numeri 0831/529608 e 800 688 791 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Bollo auto e Documento unico di circolazione, le novità 2020

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Quanto costa una casa a Brindisi quartiere per quartiere

  • Lite in un locale: un uomo ferito al collo con un bicchiere rotto

  • Inseguimento si conclude con arresto, denunce e ritrovamento di auto rubata

Torna su
BrindisiReport è in caricamento