menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede della Protezione civile a Brindisi

La sede della Protezione civile a Brindisi

Protezione civile, costituito il centro operativo del Comune di Brindisi

Dieci componenti nominati dal sindaco con funzioni di supporto: dall’assistenza alla popolazione all’ufficio stampa

BRINDISI – A supporto del Centro operativo comunale della Protezione civile, il sindaco di Brindisi Riccardo Rossi ha conferito dieci incarichi in funzione di supporto, scegliendo tra dirigenti, funzionari e impiegati di Palazzo di città e agenti della Polizia locale. Saranno  tutti al lavoro e, quindi, reperibili, in situazioni di emergenza.

La Protezione civile

Giuseppe Augusto con Franco Gabrielli-2Fermo restando la presidenza che spetta al primo cittadino, componenti del Comitato sono stati nominati: il segretario generale Pasquale Greco, in sostituzione il vice Angelo Roma; il comandante della Polizia locale nonché dirigente del servizio di Protezione civile Antonio Orefice; l’ingegnere Giuseppe Augusto (nella foto)  più dieci persone con funzione di supporto “tecnico, amministrativo e operativo” che vanno “dal responsabile della segretaria e gestione dati sono all’addetto stampa.

Il supporto

Per la funzione tecnica unitamente a quella di pianificazione, il sindaco Rossi ha conferito incarico all’architetto Marina Carrozzo; per la sanità, l’assistenza sociale e veterinaria è stato nominato il dirigente Costantino Del Citerna; per gli aspetti legati alla gestione del volontariato, la scelta è ricaduta su Michele Sardano; per la funzione relativa a materiali e mezzi da gestire, l’incarico è stato affidato all’ingegnere Antonio Iaia. E ancora: per l’organizzazione dei servizi essenziali e le attività scolastiche, il sindaco ha affidato tutto all’ingegnere Gaetano Padula; per il censimento dei danni a persone e a cosa, la competenza sarà dell’ingegnere Marco Locorotondo; le strutture operative e la viabilità saranno gestite dal commissario superiore Vincenzo Mione; tutto il settore delle telecomunicazioni è stato affidato all’ingegnere Giuseppe Augusto; l’assistenza della popolazione al geometra Saverio Sanghez e infine la segreteria di coordinamento e l’ufficio stampa a Francesca Cuomo, già portavoce del sindaco.

A tutti i componenti è stato riconosciuto “l’esercizio di un servizio di pubblica necessità”, essendo chiamati alla gestione di “situazioni di emergenza”, secondo le funzioni indicate dal “metodo Augustus”, la direttiva del dipartimento della Protezione civile presso la presidenza del Consiglio e della direzione della Protezione civile e dei servizi antincendio presso il Ministero dell’Interno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento