Attualità

Una luce per Patrick, il Comune e palazzo Granafei-Nervegna si tingono di giallo

L'amministrazione comunale ha aderito all'iniziativa in favore dello studente detenuto da 15 mesi in Egitto. Candele accese alle finestre delle case dei cittadini

BRINDISI - Il Comune di Brindisi, attraverso una atto del consiglio comunale dello scorso 29 aprile, ha conferito la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki, studente egiziano che viveva e studiava a Bologna, detenuto  ingiustamente da quindici mesi. Domani, venerdì 7 maggio, il Comune aderirà all’iniziativa “Una luce per Patrick” lanciata da Ali, lega dell’autonomie locali italiane.

Nella giornata di venerdì 7 maggio, resterà accesa la luce della facciata di palazzo di Città e sarà illuminato palazzo Granafei-Nervegna. È un segnale condiviso con tanti altri comuni italiani per manifestare la vicinanza a Patrick Zaki, a quindici mesi dall’inizio della sua detenzione, e mantenere alta l’attenzione su questa vicenda e, più in generale, sulla privazione dei diritti di libertà di tante persone in Egitto. Tutti i cittadini e le cittadine che vorranno aderire potranno farlo accendendo una candela alle loro finestre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una luce per Patrick, il Comune e palazzo Granafei-Nervegna si tingono di giallo

BrindisiReport è in caricamento