Attualità

Pontile con briccole, decreto negativo per la conformità urbanistica

Il Provveditorato interregionale per le opere pubbliche: “Manca autorizzazione paesaggistica: inderogabile”. Iter iniziato il 23 agosto, non ancora concluso

BRINDISI – Subisce uno stop, per ora, il progetto per il potenziamento degli ormeggi per le navi Ro-ro a Costa Morena Ovest con realizzazione di un pontile con sei briccole: il Provveditorato interregionale per le opere pubbliche ha comunicato la conclusione negativa della conferenza di servizi, con conseguente rigetto della domanda per l’accertamento della conformità urbanistica dell’intervento, sul quale per settimane c’era stato un serrato confronto tra il Comune di Brindisi, da un lato,  e Autorità portuale e  Capitaneria dall’altro.

Una banchina a Costa Morena Est

Il Provveditorato

Se da Palazzo di città è arrivato il via libera, con delibera del Consiglio comunale approvata lo scorso 27 agosto, partendo dal riconoscimento del “prevalente interesse della sicurezza per gli attracchi delle navi”, sempre dal Comune di Brindisi non c’è stata la trasmissione dell’autorizzazione paesaggistica che, stando alle disposizioni di legge, “costituisce atto autonomo e presupposto rispetto al permesso a costruire o agli altri titoli legittimanti l’intervento urbanistico-edilizio” da realizzare nel porto medio di Brindisi.

In altri termini, l’iter politico è stato chiuso positivamente con la pronuncia dei consiglieri comunali, dopo il confronto in Aula tra maggioranza e opposizione, mentre quello amministrativo no.

L’autorizzazione paesaggistica

E’, infatti, pendente il procedimento per il rilascio dell’autorizzazione che ha avuto inizio il 23 agosto scorso, la cui “acquisizione costituisce attività prodromica e inderogabile all’accertamento della conformità dell’intervento”. Niente da fare, quindi. Impossibile andare oltre, anche perché “risulta trascorso il termine per l’emissione del provvedimento di conclusione del procedimento”, così come si legge nel decreto trasmesso a Palazzo di città nei giorni scorsi dalla sede coordinata di Bari, a firma del provveditore Giuseppe D’Addato e del dirigente Tommaso Colabufo.

La conclusione e le conseguenze

La conclusione, infatti, è stata la seguente: “Non vi sono, allo stato, le condizioni per potere ritenere il procedimento di accertamento della conformità urbanistica concluso con esito favorevole e, quindi, per emettere il decreto provveditoriale attestante il raggiungimento dell’intesa Stato-Regione”.

Cosa succederà adesso? Non è da escludere che il “soggetto proponente”, vale a dire l’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale presenti una serie di osservazioni. Anzi, questo passaggio è stato già anticipato dal presidente Ugo Patroni Griffi. L’incognita, a questo punto, potrebbe essere rappresentata dalle ripercussioni sui rapporti tra i due enti, già tesi sulle opere per la security, oggetto di contenzioso dinanzi ai giudici amministrativi. Anche in quel caso, l’Autorità portuale chiedeva una pronuncia sul fronte della conformità urbanistica. La conclusione negativa della conferenza di servizi, risalente al 26 ottobre 2018, è stata confermata con sentenza dal Tar di Lecce.

Porto - Costa Morena Est-3

Il progetto

Per il pontile con sei briccole, l’Authority ha chiesto al Provveditorato l’accertamento di conformità presentando una nota lo scorso 28 marzo. Il Provveditorato, a sua volta, non essendo intervenuta l’intesa Stato-Regione entro i termini fissati dalla legge, ha indetto la conferenza di servizi decisoria, allo scopo di ottenere le intese, i pareri, le autorizzazioni, i nulla osta e gli assensi, richiesti dalla normativa in vigore ai fini del perfezionamento dell’accordo.

La scadenza di termini

Il 30 agosto scorso è scaduto il termine perentorio stabilito per la presentazione delle determinazioni relative alla decisione e il 9 settembre si è svolta la conferenza di servizi. Sul tavolo del provveditore, sono arrivati il nulla osta condizionato dell’agenzia delle Dogane, la comunicazione dell’Autorità di Bacino distrettuale dell’Appenino meridionale secondo cui le aree di intervento a terra presso le quali è previsto il radicamento del pontile, non risultano interessate da vincoli di pericolosità idraulica e/o geomorfologica del piano di stralcio di Bacino idrogeologico e il parere del Comune di Brindisi.

La Sunset a Costa Morena Est-2

Comune di Brindisi e Regione Puglia

Dagli uffici del settore Ambiente c’è stato parere favorevole con richiesta di alcune integrazioni, un “sì”  con sei condizioni per  esaminare nelle fasi progettuali, “aspetti ambientali specifici” che attengono agli impatti dell’opera, “diretti e indiretti”. E per valutare i possibili “impatti in termini di servizi e infrastrutture nelle aree retroportuali”.

Sotto questo aspetto, si è pronunciata la Regione Puglia secondo la quale “le opere in oggetto, per le finalità perseguite incidono sugli indirizzi e sulle previsioni dello stesso Piano regolatore portuale”. Con riferimento alla messa in sicurezza degli accosti delle navi ro-ro che attualmente attraccano alla banchina di Costa Morena Ovest, “dette opere non risultano previste nel Piano regolatore portuale e quindi hanno una rilevanza significativa, configurando una variante allo stesso”. In tale contesto, la Regione ha espresso comunque parere favorevole, “facendo salve le osservazioni da parte dell’Amministrazione comunale di Brindisi in relazione all’interazione con la città-porto, al fine del perfezionamento dell’intesa”, perché l’opera è “finalizzata a migliorare la funzionalità e la sicurezza della banchina del piazzale di Costa Morena ovest”.

La Regione, inoltre, ha sottolineato che il “soggetto richiedente è tenuto ad acquisire l’autorizzazione paesaggistica da parte del Comune di Brindisi”. Da qui l’invito spedito all’Autorità portuale il 18 luglio scorso a procedere in questa direzione, “entro il termine perentorio del 30 agosto 2019”. Ma la procedura non è arrivata a conclusione. E, di conseguenza, la conferenza ha avuto esito negativo. Stop al progetto, allo stato dei fatti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontile con briccole, decreto negativo per la conformità urbanistica

BrindisiReport è in caricamento