Comune, nuovo assetto: Turismo e Cultura passano da Zizzi a Roma

Il primo perde anche le attività produttive affidate a Carrozzo e lo sport assegnato a Lacinio. Al vice segretario generale, i settori legati a materie gestite dall’assessore Pinto e dal sindaco Rossi. Due dirigenti extra pianta organica

BRINDISI – Novità a Palazzo di città nella titolarità dei settori, per effetto del decreto firmato dal sindaco Riccardo Rossi dopo l’approvazione del piano esecutivo di gestione: i settori Turismo e Cultura passano da Nicola Zizzi ad Angelo Roma, vice segretario generale del Comune. Zizzi perde anche le attività produttive, affidate a Marina Carrozzo che resta all’Urbanistica.

Le novità

Riccardo Rossi con la fascia tricoloreLe decisioni del primo cittadino entrano in vigore da oggi, stando a quando si legge nel testo del decreto, in pubblicazione da questa mattina (2 agosto 2019). Il nuovo assetto resterà “sino al termine del mandato amministrativo, fatta salva una eventuale revoca anticipata in virtù di ulteriori modifiche dell’assetto organizzativo complessivo”.

L’obiettivo è “consentire il funzionamento degli uffici e dei servizi e di assicurare efficacia, efficienza ed economicità dell’azione amministrativa”, dopo la definizione degli obiettivi da raggiungere – settore per settore – con riferimento al periodo di tempo compreso tra il 2019 e il 2021. Fin qui il decreto del sindaco, comunicato già ieri ai componenti della Giunta.

Indiscrezioni che arrivano dagli stessi uffici di Palazzo di città e dagli ambienti delle forze politiche di opposizione, riferiscono anche di attriti esistenti da qualche tempo fra alcuni dirigenti e tra questi e la Giunta. Vero è che alcuni consiglieri di minoranza, come i 5Stelle, hanno chiesto spiegazioni sul bando per l’affidamento delle attività di valorizzazione dei beni monumentali.

E lo stesso hanno fatto gli esponenti di Articolo 1, sotto questo fronte critici nei confronti degli alleati di governo. Quell’avviso, come si ricorderà, venne ritirato e in seguito il sindaco decise di affidare la gestione direttamente alla Fondazione del Nuovo Teatro Verdi, rinnovata nella presidenza del consiglio di amministrazione con la nomina di Katiuscia Di Rocco, in seguito alla selezione avviata dal Comune in qualità di socio unico.

Turismo e cultura

Angelo ROMAFatto sta, che Angelo Roma assume la titolarità dei settori Turismo e Cultura: entrambi erano stati affidati in precedenza a Nicola Zizzi. Il Turismo rientra nelle deleghe assegnate all’assessore Oreste Pinto, mentre la cultura è materia che il sindaco ha voluto trattenere per sé sin dal primo momento. Roma resta alla guida dei seguenti settori: gestione amministrativa e contabile, assistenza agli organi istituzionali, misure in materia di trasparenza e accesso civico, comunicazione istituzionale, statistica e censimento, enti e società partecipate, affari generali, archivio, protocollo e deposito atti, albo pretorio, ufficio notifiche, gestione giuridica, amministrativa ed economica del personale (compresi i contenziosi), ufficio procedimenti disciplinari, progetti speciali, politiche industriali e università.

Contratti e appalti

Nessun cambiamento per il dirigente Costantino Del Citerna, confermato alla guida dei servizi alla Persona, contratti e appalti: continuerà a occuparsi di registrazione e trascrizione di contratti e decreti, gare, servizi cimiteriali, coperture assicurative, servizi sociali e servizi di ambito (con il Comune di San Vito dei Normanni).

Servizi finanziari

La gestione dei servizi finanziari resta a Simone Simeone, assieme all’ufficio fiscale, ai mutui, alle servitù militari, alle entrate tributarie, al bilancio e ai documenti di programmazione, alle funzioni di supporto al collegio dei revisori dei conti. Dovrà occuparsi anche del Sic, il sistema informativo comunale, e dell’ufficio di transizione digitale, così come del coordinamento delle entrate patrimoniali e della telefonia.

Pubblica istruzione

Nicola Zizzi-2Quanto a Zizzi, resta dirigente alla Pubblica istruzione e ai servizi demografici: con il nuovo assetto, ha perso anche il Suap che il sindaco ha affidato a Marina Carrozzo, confermata all’Urbanistica. Zizzi si occuperà di carte d’identità e servizi di autenticazione, toponomastica e numerazione civica, diritto allo studio, borse di studio e libri di testo, ristorazione scolastica, servizi per l’istruzione primaria comunale. Con il nuovo decreto sindacale, gestirà anche i trasporti scolastici.

Lavori pubblici

Il settore Lavori  pubblici rimane a Fabio Lacinio: l’architetto dovrà gestire anche i servizi cimiteriali, le strutture sportive e ricreative del Comune, l’occupazione temporanea di suolo pubblico, la concessione di suolo e sottosuolo e i trasporti. Lacinio già si occupava di: global service del teatro comunale, edilizia scolastica, interventi in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, realizzazione e ristrutturazione di infrastrutture di collegamento viario, condutture idriche e fognati, manutenzione dei beni culturali, impianti tecnologici, pubblica amministrazione ed efficientamento energetico. E ancora: espropri, gestione del parco auto di proprietà comunale, porto e retroportualità, aeroporto, canile e randagismo e verde attrezzato e arredo urbano.

Ambiente e igiene urbana

I settori ambiente e igiene urbana sono stati confermati a Francesco Corvace: l’ingegnere resta alla guida dei procedimenti per la sostenibilità ambientale, dei parchi e delle aree naturali protette, delle bonifiche e messa in sicurezza di siti inquinanti, della gestione del rischio idrogeologico, del paesaggio e del demanio costiero e delle attività estrattive.

Urbanistica e attività produttive

Come si diceva, l’architetto Carrozzo, è stata confermata alla guida del settore Pianificazione e gestione del territorio, al quale si aggiunge quello alle Attività produttive che abbraccia il Suap (lo sportello unico), i dehors e anche i permessi e i patentini per la raccolta di funghi. Carrozzo rimane nella titolarità delle grandi trasformazioni territoriali dell’edilizia privata, degli accertamenti di conformità, condoni, controllo e vigilanza.

Polizia locale e parcheggi

Antonio Orefice 2-2-2Per la Polizia locale, il timone del comando resta ad Antonio Orefice, al quale il sindaco oltre alla responsabilità della protezione civile e della mobilità urbana, ha assegnato la gestione dei parcheggi, della segnaletica, degli impianti semaforici, del rilascio degli stalli e dei contrassegni per invalidi, delle autorizzazioni per passi carrabili e dissuasori di sosta.

Segretario generale

Il segretario generale Pasquale Greco continuerà a occuparsi dei servizi amministrativi della civica avvocatura, gestendo le controversie di lavoro e svolgendo attività di consulenza giuridica interna. Resta a capo dell’ufficio controlli interni e supporterà il nucleo di valutazione per la valutazione delle performance.

Incarichi extra pianta organica

Due sono gli incarichi extra pianta organica: uno riguarda la Programmazione economica e sviluppo (Pes) e l’altro la gestione del patrimonio immobiliare del Comune. Il primo dirigente lavorerà in tandem con l’assessore Roberto Covolo e avrà anche la titolarità della gestione dei beni confiscati e delle politiche giovanili, entrambe materie affidate al componente dell’esecutivo. L’altro dirigente lavorerà in sintonia con l’assessore al Bilancio, Cristiano D’Errico, occupandosi di alienazioni e concessioni dei beni  immobili e di bandi per l’assegnazione di alloggi.

Per gli ultimi due arrivati a Palazzo di città (gli iter sono in dirittura d’arrivo), il “trattamento economico è equivalente a quello previsto dal contratto di lavoro della separata area della dirigenza, con indennità di risultato sulla base della performance individuale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: altri 76 contagi in Puglia, di cui tre in provincia di Brindisi

  • Focolaio Polignano, salgono a 168 i positivi: 5 sono a Villa Castelli e 2 ad Ostuni

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

  • Vandali scatenati: appiccati tre incendi nella scuola materna

  • Chiedono i documenti: poliziotti aggrediti con calci e pugni in stazione

  • Covid: altri due contagi nel Brindisino. In Puglia 83 nuovi positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento