menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune di Brindisi, 44 immobili disponibili per enti no profit

Approvato l’elenco dei beni già disponibili: concessioni a canoni agevolati per un massimo di sei anni

BRINDISI – L’input è arrivato dall’ultimo commissario straordinario del Comune di Brindisi, Santi Giuffré, e qualche giorno fa la volontà di sostenere chi si impegna nel sociale è stato confermato dall’Amministrazione Rossi: l’Ente intende assegnare alcuni immobili di proprietà a enti, associazioni e  fondazioni senza scopo lucro che cerano una sede, a canone agevolato. Ad oggi, i beni sono 44.

La delibera

La Giunta ha approvato la delibera su proposta dell’assessore titolare della delega alla gestione del patrimonio immobiliare in aggiunta a quella al bilancio, Cristiano D’Errico. L’esecutivo ha “preso atto” della delibera lasciata in eredità da Giuffrè l’8 marzo 2028 e ha approvato l’elenco dei beni da concedere in locazione. Ci sono soprattutto locali attualmente destinati a depositi. Molti sono già liberi e quindi sono nella effettiva disponibilità del Comune, per altri invece sarà necessario attendere la scadenza dei contratti di affitto, il 31 ottobre del prossimo anno.

No profit

“L’elenco non è ancora esaustivo”, spiegano dalla sede dell’ufficio Patrimonio di Palazzo di città. “In ogni caso, si tratta di immobili ritenuti idonei per le assegnazioni previste nell’articolo 14 del regolamento approvato nel 2018”. L’articolo è quello che fa riferimento alla possibilità per l’Amministrazione di “assegnare gli immobili di sua proprietà in locazione o in concessione d’uso a canone agevolato” a “enti, fondazioni, associazioni senza scopo di lucro, controllate o partecipate dal Comune di Brindisi; organizzazioni non lucrative di utilità sociale, associazioni di promozione sociale o turistica e associazioni riconosciute che operano” in determinati settori e infine “soggetti terzi iscritti nei registri delle organizzazioni di volontariato o all’anagrafe delle Onlus, presso il ministero delle Finanze”. In ogni caso, il contratto di affitto “non può superare i sei anni”.

Gli immobili

Di seguito l’elenco dei locali: piazza Mercato 12; piazza Mercato ittico centrale 15; piazza Mercato 36; via Oriani; piazza santa Maria Ausiliatrice 1; piazza santa Maria Ausiliatrice 3; parco Di Giulio; piazza Mercato 10/B, piazza Matteotti 1; capannone ex Inapli, via delle Mimose 26, primo piano; piazza Mercato 8; piazza Mercato 7; deposito 10 nel capannone ex Inapli; piazza del mercato Paradiso civico 16; piazza Mercato 11; piazza Mercato 12; piazza Mercato 6; via degli Aceri 12; via Oriani; piazza del mercato Paradiso civico 14; piazza Mercato 19; capannone ex Inapli, locale 4; locale all’interno del palazzo di giustizia; via Adige 36; suolo in via duca degli Abruzzi al civico 2; piazza del mercato Paradiso 7-8; piazza Papa Luciani; via Sant’Angelo interni 1 e 2.

In elenco anche i seguenti locali: via Gerolamo Aleandro interni 1 e 2; via Crati 76; via Maglie, ex edificio scolastico; via Sardegna ex edificio scolastico. Il prossimo passo, sarà la pubblicazione del bando per raccogliere le istanze di concessione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento