Brindisi. La solidarietà della Comunità Africana, cucite e donate 220 mascherine

All'invito hanno risposto tre sarti, di diverse nazionalità, del Gambia, del Mali e del Burkina Faso

BRINDISI - Nella situazione di emergenza che l'Italia sta vivendo da nord a sud, moltissime sono state le iniziative di solidarietà da parte di associazioni, famiglie e anche singoli individui. Ed è stato proprio in questo clima che Drissa Kone,  presidente della Comunità Africana di Brindisi e provincia, già promotore e protagonista di molteplici iniziative solidali, ha rivolto ai sarti africani, presenti sul territorio, l'invito a mettere la loro arte a servizio di una giusta e nobile causa: cucire mascherine "etniche", da realizzare con tessuti africani originali. Nel rivolgere il proprio appello, Drissa Kone ha spiegato, a chi è arrivato da molto tempo, ma soprattutto a chi è arrivato da poco, "che ognuno di noi ha dei diritti, che vanno rispettati, ma ha pure dei doveri, che possono essere anche morali, l'integrazione è anche aiutare chi si trova nella difficoltà e ha bisogno di essere aiutato , in qualsiasi modo, anche con il più piccolo contributo."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E fare qualcosa per gli italiani in questo momento così difficile e di grande sofferenza significa realizzare l'integrazione ed esprimere la riconoscenza verso chi ha dato accoglienza, ospitalità e sostegno. Ebbene, all'invito hanno risposto tre sarti, di diverse nazionalità: Touray Jubary del Gambia, Ismael Ibrango del Mali, e uno del Burkina Faso che, con grande entusiasmo, utilizzando il materiale fornito dallo stesso Drissa Kone e da un'anonina donatrice, hanno realizzato ben 220 mascherine, che verranno per metà donate ai ragazzi del dormitorio, che ne sono sprovvisti, e per metà consegnate all'associazione Brindisi Solidale, che provvederà a consegnarle a chi ne farà richiesta. Drissa Kone ringrazia personalmente e di cuore i sarti che hanno reso possibile questa iniziativa di solidarietà della Comunità Africana

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

  • Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento