Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cgil Fp, 118: "Il servizio pubblico deve rimanere nelle mani pubbliche"

 

BRINDISI - Si è svolta questa mattina la manifestazione pubblica indetta dalla Fp Cgil Brindisi, presso la sede amministrativa della Asl IN via Napoli, 8 per l'internalizzazione del Servizio 118.  L’obiettivo era quello di sollecitare la Asl Br a trovare urgenti soluzioni volte a superare l’impronta privatistica del sistema emergenza/urgenza 118, affidando alla mano pubblica lo stesso servizio. Le ragioni della vertenza sono riportate in una nota a firma della Fp Cgil Brindisi ai preposti responsabili istituzionali dove si chiedeva  "il parere in merito all’impronta privatistica che da decenni è attuato in ambito sanitario con particolare riferimento al Servizio di Emergenza Territoriale 118. La Asl Br dal 2012 demanda a ben 15 postazioni (da alcuni anni sono diventate già 20) “convenzionate” il Servizio di emergenza Territoriale alla modica cifra di ben 13 milioni di euro ogni triennio, quindi ad oggi oltre 40 milioni di euro". Nel video l'intervista al segretario generale Fp Cgil Brindisi, Pancrazio Tedesco. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento