Nuovo ufficio tributi, D'Errico: "Ottimizzerà il rapporto con il cittadino"

Istituito il "portale del contribuente" attraverso il quale sarà possibile visualizzare la propria posizione o compilare una dichiarazione senza fare fila

BRINDISI - Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma dell'assessore al bilancio del Comune di Brindisi, Cristiano D'Errico sulla nuova gestione delle entrate comunali.

"Da oggi parte la nuova gestione delle entrate comunali segnando così l’inizio di una vera e propria svolta storica dal punto di vista dell’efficienza dello sportello dell’ufficio tributi e della ottimizzazione dei rapporti con il cittadino. Con la deliberazione di consiglio comunale numero 153 del 29/11/2019 sono state approvate le nuove modalità di gestione delle entrate comunali internalizzando la gestione della riscossione ordinaria delle entrate afferenti i tributi maggiori (Imu-Tar), dei fitti attivi, relativi oneri condominiali e le sanzioni amministrative derivanti da violazioni al codice della strada ed affidando esternamente l’attività di supporto all’accertamento dei tributi maggiori, delle entrate erariali e dell’imposta di soggiorno, la gestione dei tributi minori e la riscossione coattiva delle entrate comunali.

La nuova gestione prevede l’istituzione del “Portale del Contribuente” con il quale il cittadino, dopo essersi autenticato, potrà prenotare i propri appuntamenti con gli operatori dell’ufficio tributi evitando le lunghe file di attesa ed anticipando con la prenotazione stessa l’oggetto della richiesta/problematica (esempio, dichiarazione Tari, Imu, tassa di soggiorno, atto di accertamento). Tutto ciò è stato previsto anche al fine di migliorare la capacità di risposta dell’amministrazione, assai utile in ragione della situazione di pandemia in atto. L’utente, inoltre, in qualsiasi momento, avrà la possibilità di visualizzare la propria posizione tributaria, verificare i suoi debiti ed eventualmente saldarli su sistema, compilare una dichiarazione Imu, una denuncia, variazione Tar, ottenendo nell’immediato il numero di protocollo di avvenuta consegna. Sul portale il cittadino avrà la possibilità di disporre della calcolatrice Imu per poter calcolare in assoluta autonomia quanto dovuto ottenendo sia la stampa dei modelli F24 che la stampa riepilogativa dettagliata degli immobili inseriti e del totale da pagare e potrà versare al momento, senza ricorrere ad altri mezzi e senza perdita di tempo.

Il contribuente pertanto, comodamente da casa, potrà effettuare tutte quelle operazioni che fino a qualche giorno lo costringevano a recarsi negli uffici competenti. Le prossime bollettazioni prevedono l’emissione del bollettino Pago Pa che consentirà all’utente di avere più canali di pagamento possibili e di semplificare e velocizzare il processo di pagamento, infatti basterà inserire il codice di avviso per pagare e ricevere la quietanza liberatoria ovvero la certezza che la Pa ha incassato il tributo e non potranno esserci verifiche o accertamenti successivi. L’ufficio tributi sarà dotato dei Pos Pago Pa per permettere al cittadino di versare nell’immediato il debito derivante da bolletta Tari, da ricalcolo della bolletta Tari, l’accertamento, la rettifica di quest’ultimo. Inoltre, con l’avvio del sistema Pago PA si eviteranno tutti quegli errori commessi dagli operatori degli sportelli (posta, banca, tabacchi) causati dal fatto che sono costretti ad inserire manualmente i codici fiscali, i codici tributo.

 In merito alla riscossione coattiva delle entrate comunali, l’utilizzo di strumenti di riscossione extragiudiziale (phone collection e home collection) permetterà di accelerare il recupero dei crediti tributari, cercando di individuare con lo stesso debitore il percorso più idoneo a risolvere la propria situazione e cercando, quindi, di limitare l’impatto che la riscossione coattiva può avere su cittadini già provati dalla crisi economica che da molto tempo interessa il paese. Lo sviluppo di queste nuove metodologie di recupero si pone l’obiettivo di garantire all’ente comunale la tempestiva realizzazione dei propri crediti tributari attraverso un 'nuovo' rapporto di collaborazione con i propri cittadini, cercando di limitare il ricorso alle più invasive, e poco gradite dal cittadino, procedure di riscossione coattiva. Sempre con l’intendimento di migliorare il rapporto con il cittadino si è scelto di organizzare la nuova gestione relativa ai tributi maggiori all’interno dell’ufficio tributi del Comune ubicato in via Filomeno Consiglio e adiacente al Municipio."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’assessore al bilancio, Cristiano D’Errico

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapinatori armati di mazza nel centro commerciale Le Colonne: caos tra gli avventori

  • Nuovi contagi nelle scuole: positivi a Brindisi, Ostuni, Ceglie e Fasano

  • Coronavirus: nuovo picco in Puglia, contagi in aumento a Brindisi

  • Positivi al covid andavano a lavorare in campagna: denunciati

  • Bambino positivo al Covid: lo sfogo della zia, contro ignoranza e maldicenze

  • Coronavirus, escalation di ricoveri. Nel Brindisino continuano ad aumentare i positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento