Sabato, 31 Luglio 2021
Attualità

Oncoematologia, richiesta l'autorizzazione a realizzare il nuovo day hospital

"Seguirò la vicenda affinché si possa vedere il completamento delle opere nel più breve tempo possibile", afferma Fabiano Amati, presidente della commissione bilancio e programmazione della regione Puglia 

BRINDISI - La Asl di Brindisi ha avviato il procedimento di autorizzazione regionale per l’utilizzo dei fondi ex articolo 20 delle Legge 67 del 1988, finalizzato alla realizzazione del nuovo day hospital di Oncoematologia dell’ospedale Perrino di Brindisi. “Durante il sopralluogo effettuato nei mesi scorsi  - spiega Fabiano Amati, presidente della commissione regionale bilancio e programmazione - constatai una condizione di notevole precarietà per il trattamento di circa 130 pazienti al giorno, in virtù della presenza di stanze di trattamento affollate e anguste, corridoi occupati dagli schedari, sale di attesa insufficienti, ambulatori adattati in spazi ridotti, suddivisioni interne con paraventi e numerose altre criticità." La Asl ha trasmesso, quindi, alla regione la relazione necessaria per ottenere l’autorizzazione all’uso dei fondi non utilizzati per programmi non più attuali, così da partire con i lavori. "Seguirò la vicenda affinché si possa vedere il completamento delle opere nel più breve tempo possibile", conclude Amati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oncoematologia, richiesta l'autorizzazione a realizzare il nuovo day hospital

BrindisiReport è in caricamento