La Provincia cerca sponsor per realizzare giardinetti alle rotatorie

L’Ente: “Pochi fondi in bilancio, necessario aprire a ditte private”. Possibilità di realizzare giochi d’acqua e illuminazione

BRINDISI – Dove non riesce ad arrivare la mano pubblica, quella della Provincia di Brindisi, potrebbero riuscire quelle dei privati: l’Ente cerca sponsor per realizzare giardinetti negli spazi delle rotatorie lungo le strade la propria competenza. Magari con giochi d’acqua, per migliorarne anche l’estetica, e illuminazione con faretti.

Gli sponsor

Il Consiglio provinciale ha approvato il regolamento per la procedura di “sponsorizzazione per abbellimento e la manutenzione delle aree verdi all’interno degli incroci stradali e delle isole di traffico delle intersezioni a raso, situate nel territorio della provincia di Brindisi”. Ad oggi non c’è vegetazione, solo terreno.

Per l’Amministrazione guidata da Riccardo Rossi, l’appello ai privati, dalle piccole imprese individuali a realtà sociali consolidate, può costituire un’opportunità da cogliere, tenuto conto della situazione di difficoltà economico-finanziaria con la quale gli enti territoriali sono costretti a fare i conti.

La finalità

“La diminuzione delle risorse assegnate e la mancanza di personale, rendono difficoltosi gli interventi e gli adempimenti necessari per la manutenzione delle aree sulle quali sono ubicate le rotatorie”, si legge  a titolo di premessa nella relazione di accompagnamento alla delibera adottata dalle Assise. La chance offerta dai privati, in realtà non è inedita poiché dagli atti della Provincia risulta che l’ipotesi di sponsorizzazione venne già presa in considerazione dieci anni fa, in aderenza a quanto previsto nella legge finanziaria.

La proposta di sponsorizzazione – stando al regolamento – dovrà prevedere sia l’arredo, sia il costo di investimento unitamente a quello annuale di manutenzione.

La sponsorizzazione

Il privato potrà eseguire “modeste ondulazione del terreno, formazione di percorsi interni senza ghiaia, collocazione di alberi e cespugli, anche tappezzanti oppure siepi e fiori di ogni tipo e un arredo costituito da agglomerati rocciosi  naturali”. E’ escluso l’uso di moduli prefabbricati in cemento, mentre è possibile inserire “tavolati o paratie in tronchi di contenimento in legname trattato”. Meglio ancora se gli allestimenti consentono di realizzare “giochi di colore di variazione stagionale” e, sempre per questione di estetica, alla Provincia sono graditi “giochi d’acqua” a patto che “in nessun modo venga bagnata la sede stradale” o che si crei ghiaccio per motivi di sicurezza. Lo sponsor può anche presentare una proposta per la realizzazione di una illuminazione con faretti a energia solare.

Per ragioni di sicurezza non sarà possibile collocare panchine o sedili, né alberi a meno di sei metri dal bordo esterno della rotonda e siepi a meno di un metro e mezzo.

In tutte le rotonde e le aree di intersezione sono assenti gli impianti di irrigazione, né è stata prevista una tubazione sotto la sede stradale che possa consentirne l’inserimento. “Nel caso in cui il proponente dovesse procedere con l’impianto di irrigazione, dovrà a proprie spese portare gli allacci alla rete idrica all’interno delle rotatorie”.

La pubblicità

Se da un lato la Provincia chiede interventi, dall’altra nella logica del do ut des, “i soggetti che eseguiranno a proprie spese gli interventi di valorizzazione e la manutenzione delle aree a verde, otterranno il necessario ritorno di immagine, avvalendosi della facoltà di pubblicizzare il proprio sostegno finanziario, tramite tutti i mezzi di comunicazione e uno o più cartelli informativi o altri supporti pubblicitari”. Ovviamente “nel pieno rispetto e osservanza di tutte le disposizioni normative che disciplinano la pubblicità in materia di circolazione stradale e fiscale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il prossimo passo sarà la pubblicazione di un bando o di una manifestazione di interesse con i quali saranno stabilite le modalità di presentazione delle domande. A valutare le proposte saranno i funzionari dei settori viabilità, manutenzioni e controllo della qualità del verde.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento