menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Propaganda antifascista, il Comune aderisce alla raccolta firme

La raccolta firme è aperta dall’1 febbraio al 31 marzo 2021. Possono firmare tutti i cittadini iscritti nelle liste elettorali del Comune

BRINDISI - Il Comune di Brindisi aderisce alla raccolta firme per la proposta di legge di iniziativa popolare “Norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti” pubblicata sulla Gazzetta ufficiale il 20 ottobre 2020 numero 260. Una legge per punire chi fa propaganda di fascismo e nazismo anche online, promossa dal comitato anagrafe antifascista nella persona del presidente Maurizio Verona sindaco di Stazzema, Comune dove ci fu l’eccidio di Sant’Anna, una delle stragi di civili più tragiche compiuta dai soldati nazisti nell'agosto del 1944.

La proposta integra la legge Scelba e la legge Mancini, la pena aumenta di un terzo se il fatto è commesso attraverso strumenti telematici o informatici. La raccolta firme è aperta dall’1 febbraio al 31 marzo 2021. Possono firmare tutti i cittadini iscritti nelle liste elettorali del Comune di Brindisi, recandosi muniti di documento di riconoscimento a Palazzo di Città, in piazza Matteotti 1, presso l’ufficio di segreteria generale (portone sulla destra, primo piano) – referente Cristina Daniele, nei seguenti giorni e orari: da lunedì a venerdì ore 9-12, il giovedì
anche dalle ore 16 alle 18. Link utile: Per leggere il testo del disegno di legge di iniziativa popolare sul sito del Comune

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento