Martedì, 27 Luglio 2021
Attualità

I ristoratori di Brindisi fanno fronte comune: nasce "Pani e pesci"

L’associazione punta a sviluppo e valorizzazione della cultura enogastronomica del territorio e al dialogo continuo con le istituzioni

BRINDISI - Durante l'emergenza dovuta alla pandemia da Covid19 e in particolare durante il conseguente lockdown, molti ristoratori di Brindisi hanno iniziato, per la prima volta, a confrontarsi, avviando un dialogo costruttivo con l'Amministrazione Comunale e altri enti e istituzioni locali. La serie di incontri che si sono succeduti hanno portato, giovedì 16 luglio alla fondazione di "Pani e Pesci", associazione il cui intento principale è lo sviluppo e la valorizzazione della cultura enogastronomica del territorio. Una cultura che ha radici antiche, fondata sulla, finalmente riscoperta, vocazione agricola della città e sulla pratica della pesca artigianale.

Il rilancio socio-economico del territorio passa anche attraverso il rilancio turistico dello stesso: promuovendo la cucina tipica, la produzione agricola ed enologica e la ricchezza del mare. L'associazione "Pani e Pesci" si candida a diventare interlocutore preferenziale degli amministratori, attraverso un confronto costruttivo per le scelte che riguardano la categoria Durante l'assemblea costituente gli associati hanno eletto presidente Cosimo Alfarano, suo vice Giuseppe Baldacci, segretario Fabrizio De Giorgi. Il consiglio direttivo è composto da Chiara Anelli, Ferdinando Benigno, Raffaele Nobile, Ernesto Palma,  Massimo Minonne, Adolfo Polifemo, Lucio Rizzi e Mario Schina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I ristoratori di Brindisi fanno fronte comune: nasce "Pani e pesci"

BrindisiReport è in caricamento