Mercoledì, 17 Luglio 2024
Attualità

Strisce blu e auto ibride: verso la sospensione della delibera di Giunta

Parcheggi gratuiti per sette ore. Da valutare nuove forme di agevolazioni: la discussione il 23 marzo in Consiglio comunale. Ora la palla va all'Amministrazione comunale

BRINDISI - Parcheggi e auto ibride a Brindisi, dopo la polemica è in arrivo la sospensione della delibera di Giunta, in vigore dal 1 aprile, che stoppava l'esenzione dal pagamento della sosta sulle strisce blu per questo tipo di auto, per sette ore. Se ne è discusso ieri in Consiglio comunale, dopo che alcuni consiglieri, tra i quali Massimiliano Oggiano (Fratelli d'Italia), avevano presentato un ordine del giorno con il quale si impegnava il sindaco e la Giunta a revocare la delibera risalente al 25 febbraio 2022. L'ordine del giorno è stato poi modificato.

L'assessore alla Mobilità Tiziana Brigante spiega che "il Consiglio comunale impegna sindaco e Giunta a sospendere l'efficacia della delibera, con l'impegno di provvedere nelle more a valutare le forme di agevolazioni che saranno pensate per le auto ibride". Quindi, se per le auto elettriche la sosta sulle strisce blu è gratuita, per le auto ibride qualcosa cambierà, in base alla valutazione dell'Amministrazione brindisina. Per l'assessore Brigante quella delibera di febbraio si era resa necessaria in quanto il parco auto ibrido a Brindisi si sta sviluppando, ma nel contempo c'è bisogno di ricambio sugli stalli di parcheggio. Era quella la ratio della delibera.

Spiega l'assessore Brigante: "Abbiamo tenuto in considerazione la maggiore diffusione delle auto ibride. Nel centro urbano c'è una carenza evidente di stalli, il problema dei parcheggi è noto". Quindi, il ragionamento è che, poiché la deroga di sette ore per le auto ibride risaliva al 2018, bisognava aggiornare la situazione tenendo conto dell'allargamento del parco auto ibride. Adesso, dopo il Consiglio comunale e l'approvazione dell'ordine del giorno, la palla passa all'Amministrazione comunale di Brindisi.

Chi ha sollevato la questione e proposto l'ordine del giorno è il consigliere comunale di opposizione Massimiliano Oggiano che, all'esito della discussione di ieri, 23 marzo 2022, in Consiglio comunale, si dice "parzialmente soddisfatto" del risultato. Il suo ordine del giorno è stato integrato. "Ho preferito raggiungere l'unanimità - spiega - a esclusione della Lega, che pur firmando l'iniziale odg si è poi astenuta. L'obiettivo era l'unità. Mi sarei, comunque, aspettato un atteggiamento più deciso, sul punto, da parte di questa Amministrazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strisce blu e auto ibride: verso la sospensione della delibera di Giunta
BrindisiReport è in caricamento