Tributi, conclusa la gara d'appalto per la riscossione coattiva

Due le aziende partecipanti. La ditta che provvisoriamente si è aggiudicata la gara ha previsto il reclutamento di 15 dipendenti

BRINDISI - Nei mesi scorsi, su impulso del Consiglio Comunale, è stata bandita la gara per l’affidamento del servizio e concessione in accordo con l’indirizzo ricevuto in merito alla gestione in economia delle attività relative alla riscossione volontaria dei tributi maggiori (Imu, Tasi, Tari). "Si è voluto rideterminare la durata del nuovo servizio in 3+3 anni - spiega l'assessore al bilancio Cristiano D'Errico - per indurre il vincitore della gara ad espletare per i primi tre anni i servizi con maggiore efficacia, sia per massimizzare i propri ricavi che per assicurarsi la reiterazione degli stessi per ulteriori tre anni".

Con l’apertura dell’offerta economica, svoltasi mercoledì 29 luglio, si è conclusa la procedura di gara d’appalto per la riscossione coattiva dei tributi, delle sanzioni del codice della strada, dei fitti attivi e dell’imposta di soggiorno, gestione dei tributi minori, attività di supporto all’accertamento che ha visto partecipare solo due aziende. Rispetto al capitolato d’oneri che aveva fissato una base d’asta di 7.686,000 euro, l’offerta economicamente più vantaggiosa proposta dalla ditta che provvisoriamente si è aggiudicata la gara ha riportato un ribasso del 31% rispetto alla base d’asta determinata dall’ente determinando così la nuova base d’asta di 5.303,340 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Notevole è la riduzione della spesa che l’ente dovrà sostenere che si somma alla gestione in forma internalizzata dei tributi maggiori potendo avere così maggior controllo degli stessi - spiega ancora D'Errico. Relativamente alla salvaguardia dell’occupazione, la ditta che provvisoriamente si è aggiudicata la gara ha previsto il reclutamento di 15 dipendenti attualmente alle dipendenze del concessionario Abaco. Pertanto gran parte dei posti di lavoro sono stati preservati. Tutto questo grazie all’importante e lodevole lavoro svolto dall’ufficio tributi. Un risultato rilevante in termini di riduzione della spese per l’ente che mai come in questo periodo è fondamentale. Considerato anche il piano di riequilibrio pluriennale approvato a gennaio 2020. Inoltre, con l’internalizzazione della gestione dei tributi maggiori si è voluto venire incontro al cittadino che potrà interfacciarsi direttamente con i dipendenti dell’ufficio tributi dell’ente presso lo sportello che sarà a breve allestito al piano terra di via Filomeno Consiglio". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: altri 76 contagi in Puglia, di cui tre in provincia di Brindisi

  • Focolaio Polignano, salgono a 168 i positivi: 5 sono a Villa Castelli e 2 ad Ostuni

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

  • Chiedono i documenti: poliziotti aggrediti con calci e pugni in stazione

  • Vandali scatenati: appiccati tre incendi nella scuola materna

  • Covid: altri due contagi nel Brindisino. In Puglia 83 nuovi positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento