Attualità

La proposta: "Un drive-in al cinema Andromeda per riprendere l'attività"

Arriva da Fulvio Lucisano, proprietario della Multisala, per l'estate. Una possibilità per riprendersi dalla crisi

BRINDISI - E' stata presentata da Fulvio Lucisano, proprietario del maxi cinema Andromeda di Brindisi, nonchè produttore e cavaliere del lavoro, la proposta di riprendere l'attività cinematografica nel capoluogo attraverso il drive-in. "Mi sembra un’ottima prospettiva culturale per il nostro territorio - ha commentato il primo cittadino, Riccarso Rossi, sulla sua pagina facebook - se il Governo, con i prossimi provvedimenti, riterrà che il sistema cinematografico dei drive-in sia una strada percorribile per riaprire l’attività dei cinema nella stagione calda in arrivo, saremo felicissimi di avere questa offerta a Brindisi. Questo vuol dire permettere alla nostra comunità di poter ricominciare a vedere film sul grande schermo e passare un momento piacevole, significa permettere ai lavoratori del multisala di riprendere a lavorare e alla filiera cinematografica di ripartire con la distribuzione dei film".

Gli uffici comunali, quindi, stanno verificando i permessi necessari affinchè la città possa trovarsi preparata a questa eventualità. I cinema drive-in ebbero il loro periodo d’oro nella seconda metà degli anni Cinquanta e nei primi anni Sessanta. Dopodiché passarono piuttosto rapidamente di moda, anche perché nel frattempo le sale cinematografiche avevano migliorato molto la qualità dei suoni e delle immagini, una cosa con cui i drive-in facevano fatica a competere. Ma il Coronavirus ha cambiato tutto, chiudendo, per ragioni di sicurezza della salute, tutti i luoghi pubblici come cinema e teatri, che, secondo quanto trapela dai tavoli del Governo, non potranno riaprire prima della fine del 2020.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La proposta: "Un drive-in al cinema Andromeda per riprendere l'attività"

BrindisiReport è in caricamento