Occupazioni abusive, il prefetto insedia la cabina di regia

Servirà a valutare stati di necessità e situazioni su cui intervenire per liberare gli immobili

BRINDISI - La questione delle occupazioni abusive di alloggi popolari è stata al centro delle riunioni di Comitato provinciale per l’ordine e sicurezza pubblica, presiedute dal prefetto Umberto Guidato. L’azione della Prefettura si è sviluppata lungo due direttrici: la prevenzione di nuove occupazioni, per la quale sono state indicate alle amministrazioni le misure più adeguate a prevenire le infiltrazioni in immobili abbandonati, e l'esecuzione delle ordinanze di rilascio emesse dalla magistratura o su richieste di Arca Sud Salento (ex Iacp). E' stata inoltre istituita la prevista cabina di regia, insediatasi oggi 29 ottobre, per l'esame delle situazioni di fragilità documentate, per le quali i soggetti interessati non siano stati in grado di reperire autonomamente una situazione alloggiativa alternativa. L'attività della cabina di regia, “che consolida la collaborazione inter istituzionale anche come opportunità di confronto e di acquisizione di maggiori elementi di conoscenza al fine di un'attività adeguata alle singole situazioni”, si è quindi aggiornata per proseguire il lavoro intrapreso.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Maltempo nel Brindisino: danni e allagamenti, intervengono i vigili del fuoco

  • Consiglio regionale: cinque eletti in provincia di Brindisi

  • Scu, estorsioni nelle campagne: “Un euro per ogni quintale di grano prodotto”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento