Sabato, 12 Giugno 2021
Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Lo stato di allerta è rientrato durante la notte. La Puglia era una delle nove regioni interessate dalle possibili traiettorie di caduta

Il razzo spaziale cinese è passato (in modo impercettibile) sulla Puglia poco dopo le ore 2 di notte, ma nessuna conseguenza. L’Italia è stata risparmiata dalla caduta di frammenti del “Lunga marcia 5B”, il vettore in caduta libera, dopo aver portato in orbita il primo modulo della stazione spaziale cinese Tianhe-1. La Puglia era una delle regioni del centro-sud interessate da una delle possibili traiettorie del razzo, insieme a Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna. 

Ma alla fine il secondo stadio del razzo è rientrato nell'atmosfera sull'Oceano Indiano, in un'area vicina alle isole Maldive. Lo rende noto l'ufficio per il volo umano dell'agenzia spaziale cinese Cnsa. Il rientro, come riporta Ansa “è stato confermato anche dai dati del comando di Difesa Aerospaziale del Nord-America (Norad). “Rispetto alle stime iniziali – si legge nell’agenzia - indicavano il Nord Atlantico come probabile punto di rientro, poi il bacino del Mediterraneo e l'ipotesi per ora più accreditata è che il rientro possa essere avvenuto sopra l'Oceano Indiano. Il tavolo tecnico del Dipartimento della protezione civile aveva già escluso l'interessamento del territorio italiano, dichiarato concluse le attività operative, e chiuso il Comitato Operativo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

BrindisiReport è in caricamento