rotate-mobile
Venerdì, 26 Novembre 2021
Attualità

Asl. Mancato accordo sul servizio di vigilanza, i sindacati chiedono incontro con il Prefetto

Richiesta congiunta di Cgil/Filcams e Uil/Uiltcs: "Temiamo ancora una volta un turnover: mando a casa i lavoratori con una anzianità consolidata per assumerne altri"

BRINDISI - Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma congiunta Cgil/Filcams e Uil/Uiltcs, indirizzata al prefetto di Brindisi, Asl di Brindisi e le società uscenti ed entranti del servizio di vigilanza presso le strutture della Asl di Brindisi, con richiesta urgente di un incontro sul cambio di appalto.       

Con la presente stigmatizziamo le aziende subentranti all’appalto in oggetto indicato, dopo più di quattro giorni di trattative si è concluso con il mancato accordo in ordine al passaggio dei lavoratori dalle società uscenti alle aggiudicatrici del servizio di vigilanza presso le strutture Asl di Brindisi e provincia.

Tale risultato negativo contrario principalmente al bando di gara ed anche alle raccomandazioni Europee, alle norme di legge e alla clausola sociale prevista dal Ccnl di categoria, tesi per prevenire situazioni di conflitto a tutelare il personale utilizzato dalle società uscenti e per garantire con professionalità e qualità i servizi. Inoltre, appare alquanto strano che a fronte di ampliamenti delle strutture ospedaliere e dei servizi sia quantitativamente e qualitativamente, dovuti anche alle pandemia, le società subentranti si ostinano negativamente al passaggio di tutti i lavoratori impegnati nello stesso servizio.

Temiamo ancora una volta un turnover: mando a casa i lavoratori con una anzianità consolidata per assumerne altri. Assistiamo nel cambio appalto la mancanza di responsabilità sociale, precarizzazione del lavoro. Per tutte le suddette ragioni chiediamo al Prefetto un incontro urgente,  con tutti i soggetti in indirizzo (società uscenti e subentranti e committente), poiché in queste ore già sono in atto alcuni assunzioni da parte delle società subentranti e non possiamo assistere inerti alla mortificazione di chi svolgeva con  responsabilità il proprio lavoro e rischia il licenziamento per fine appalto.

I segretari confederali generali territoriali e segretari generali e provinciali di categoria: Macchia, Nigro, Licchello e De Cillis
                              
                             
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asl. Mancato accordo sul servizio di vigilanza, i sindacati chiedono incontro con il Prefetto

BrindisiReport è in caricamento