A San Michele Salentino nascerà il canile sanitario

Sarà realizzato in Contrada Ajeni, come deciso, nell’ultimo Consiglio Comunale del 30 Novembre

SAN MICHELE SALENTINO - L’amministrazione comunale di San Michele Salentino realizzerà il canile sanitario, così come prevede la Legge vigente dal 3 aprile 1995 del Consiglio Regionale della Puglia per la tutela degli animali d’affezione e prevenzione del randagismo. Il canile sanitario sarà realizzato in Contrada Ajeni come deciso, nell’ultimo Consiglio Comunale del 30 Novembre, a seguito della votazione della deliberazione del medesimo Consiglio, avente ad oggetto la revoca: "Approvazione definitiva variante urbanistica per la realizzazione di un Centro Raccolta Rifiuti del Consiglio Comunale n.30 del 27.07.2017”.

Il terreno individuato, infatti, presenta tutte le caratteristiche necessarie per la realizzazione del Canile Sanitario e per la fruibilità dal punto di vista dei collegamenti. La superficie sarà di circa 500 mq ed il progetto redatto ha un costo complessivo di 73 mila euro. L'amministrazione Comunale, dopo aver attentamente valutato tutte le possibili soluzioni per la risoluzione del problema del randagismo, ha preso atto con invito esplicito dell'ASL della necessità di dotarsi di un Canile Sanitario che, come recita l’art.8 della Legge n.281 del 1991, “rappresenta la struttura nella quale trovano accoglienza i cani recuperati in quanto vaganti. Presso tali strutture i suddetti cani saranno anagrafati e sottoposti agli interventi sanitari di cui all'art. 2, comma 5, della legge 14 agosto 1991, n. 281”.

Presso i canili sanitari i cani stazioneranno per il periodo di 60 giorni in attesa di riscatto o affidamento o cessione a norma dell’art. 6, comma 3, della Legge n.281/1991, previo trattamento profilattico. La gestione dei canili sanitari è affidata ai Comuni. È fatto obbligo ai Servizi veterinari delle Asl di garantire adeguata assistenza sanitaria ai suddetti canili, ricorrendo al Servizio di pronta disponibilità.

L'Amministrazione Comunale, nelle more della costruzione del Canile Sanitario, con Delibera di Giunta Comunale n. 156 del 25 Ottobre scorso, ha avviato una convezione presso una clinica privata veterinaria allo scopo di assistenza veterinaria per le cure d'urgenza degli animali feriti rinvenuti sul territorio comunale. L'Amministrazione Comunale ringrazia, per la collaborazione e l'impegno, l'associazione Oipa volontari di San Michele Salentino per il supporto attivo rivolto principalmente a cani che risultano abbandonati o non aventi padrone perché non microchippati.

Pertanto, le iniziative di sensibilizzazione sono importanti e le attueremo in futuro, ritenendo che, come per ogni male, anche per il randagismo è opportuna una adeguata prevenzione se si vuole uscire dallo stato di emergenza a cui purtroppo assistiamo. Tutto questo per una migliore qualità di convivenza tra uomo, animale e ambiente.
 
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio Polignano, salgono a 168 i positivi: 5 sono a Villa Castelli e 2 ad Ostuni

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

  • Lecce, shopping nel centro commerciale senza pagare: arrestata una brindisina

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

  • Chiedono i documenti: poliziotti aggrediti con calci e pugni in stazione

  • Vandali scatenati: appiccati tre incendi nella scuola materna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento