rotate-mobile
Domenica, 7 Agosto 2022
Attualità

"Cardiologia del Perrino, pochi infermieri e operatori socio sanitari"

L'allarme lanciato dalla Fp Cgil: "Questa situazione compromette i livelli essenziali di assistenza e sicurezza e costringe il personale infermieristico a ricorrere a un sistematico demansionamento"

BRINDISI - La Fp Cgil di Brindisi denuncia "la grave carenza di personale Oss e infermieristico" nel reparto di Cardiologia del Perrino di Brindisi, carenza che ricade sia sui pazienti che sul personale. Scrive il sindacato: "Con 24 posti letto, che spesso aumentano con letti bis, il reparto ad oggi conta solo cinque operatori socio sanitari (Oss) e 14 infermieri in servizio. Un infermiere risulta in infortunio. Con l'avvento delle ferie estive la presenza delle unità di supporto e di personale infermieristico diventa quasi nulla. Ovviamente, anche la regolare turnazione diventa una mera utopia e finisce con l'invadere anche la sfera personale e familiare". 

Per la Fp Cgil "appare evidente che tale situazione compromette anche i livelli essenziali di assistenza e sicurezza e soprattutto costringe il personale infermieristico a ricorrere a un sistematico demansionamento, nonostante il tribunale di Brindisi con la sentenza 306/2017 abbia già condannato l'Asl. Concetto ribadito anche dalla Corte d'Appello di Lecce. La soluzione adottata per colmare la carenza, del personale Oss, come abbiamo evidenziato in precedenza, si rifà alla coperta corta. Sono stati invitati a sopperire alla vacatio gli Oss impegnati in Utic, i quali dovranno farsi carico anche dei pazienti di Cardiologia. Questo è inaccettabile, come al solito si persevera con un modus operandi vetusto e senza logica organizzativa scaricando tutto sugli operatori in maniera pilatesca". 

"Non è possibile sovraccaricare gli operatori per risolvere ogni questione organizzativa o di carenza di personale - chiosano dal sindacato - Ancora non si coglie discontinuità nella gestione delle politiche del personale dimostratasi fallimentare nel recente passato. Codesta direzione generale si è immediatamente espressa sulla situazione gravissima del pronto soccorso del Perrino, ma ci sono situazioni altrettanto gravi come in Cardiologia o in Ortopedia, che ogni giorno devono convivere con i disagi causati dalla carenza di personale. Ad oggi dopo tanti richiami ancora nulla è stato fatto e soprattutto si sta sottovalutando il continuo demansionamento a cui sono sottoposti i professionisti infermieri. Nella fattispecie in cardiologia molto spesso, sono in servizio due sole unità infermieristiche senza Oss. Una situazione che potrebbe presto sfociare in nuove vertenze legali". 

Poi la Fp Cgil si interroga su come si possa "organizzare un reparto d'importanza cruciale come la cardiologia basandosi sul minimo sindacale in fatto di personale? Lo stesso dicasi per Ortopedia. Siamo in presenza di una situazione di una gravità assurda ma questa amministrazione sembra non rendersene conto. A causa delle ferie estive qualcuno dovrà coprire turni anche di dieci giorni di fila senza mai avere un riposo, con doppie notti. Cosa stiamo aspettando? Che succeda una nuova tragedia prima d’intervenire? La Fp Cgil di Brindisi chiede un incontro atto alla risoluzione immediata e concreta della problematica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cardiologia del Perrino, pochi infermieri e operatori socio sanitari"

BrindisiReport è in caricamento