rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Attualità

Caos parcheggi: “Entro Natale possibile riapertura del parcheggio della Salvemini”

Il vicesindaco Tiziana Brigante: “Solo di sera e nei fine settimana: in atto una interlocuzione con la scuola”

BRINDISI – Parcheggiare è un’impresa sempre più ardua per i residenti del centro, costretti ogni giorno a una sorta di via crucis alla ricerca di un agognato posto libero. Con l’avvicinarsi delle festività natalizie la situazione non potrà che peggiorare. Per questo verrebbe vista come una vera manna la riapertura dell’area di sosta della scuola media Salvemini, che già nelle ultime due stagioni estive era stata un’ottima valvola di sfogo per la caotica viabilità cittadina. La possibilità che i 70 stalli situati fra via Castello (varco di ingresso) e via della Libertà (uscita) possano tornare a disposizione della cittadinanza per il mese di dicembre è più che concreta. 

Lo conferma a BrindisiReport il vicesindaco, con delega al traffico, Elena Tiziana Brigante. “Sono partite delle interlocuzioni con la dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo Centro – spiega la Brigante - perché all’interno di quel plesso, oltre ad esserci varie realtà scolastiche, fra cui la Scuola europea, c’è anche una palestra che svolge attività nelle ore pomeridiane”. Va ricordato infatti che il parcheggio è stato aperto tutti i giorni, nelle ore serali, dai primi di agosto 2021 al 30 settembre 2021, con ordinanza dirigenziale. Una volta ripartite a pieno regime le attività scolastiche, l’area è tornata nella piena disponibilità della scuola e a servizio delle società che utilizzano la palestra comunale per attività agonistiche. Ma a giorni potrebbe arrivare un’intesa per l’utilizzo parziale del parcheggio, perlomeno nei fine settimana.

Tiziana Brigante-4

“Aspettiamo un progetto - dichiara la vice sindaco - che dovrebbe presentarci la scuola per stabilire nel periodo invernale l’apertura, magari nei week end, nelle fasce orarie serali, quando non si svolgono altre attività”. La priorità, in particolar modo, è quella di regolare l’ingresso e l’uscita, poiché attualmente l’area viene impropriamente utilizzata come parcheggio da persone che nulla hanno a che fare con la scuola, creando disagi all’utenza scolastica. “Vi sono persone che parcheggiano al di fuori degli stalli – spiega la Brigante – senza possibilità per la Polizia Locale di elevare verbali, perché l’area fa parte del plesso scolastico. Andrebbe quindi concertato una sorta di regolamento affinché possano essere sanzionate queste irregolarità”. Si lavora dunque per regolamentare la zona e “avere un servizio sistematico per il week end, sempre e solo di sera”. “Penso che per Natale – assicura la Brigante - ci riusciremo”. 

Ma non basterà di certo la riattivazione a singhiozzo di alcune decine di stalli per risolvere l’atavico problema dei parcheggi nel centro di Brindisi: una grana che con il tempo tende a peggiorare, provocando enormi disagi ai cittadini. “Si tratta di un problema – ammette Tiziana Brigante - che vorremmo risolvere, come un po’ avviene in tutti i centri storici delle città. Purtroppo la conformazione della nostra città non ci consente ampi spazi. Ci auguriamo di ottenere il finanziamento per la cintura urbana della mobilità, a ridosso della stazione ferroviaria, lungo via Torpisana”. 

L’amministrazione comunale ha infatti candidato al bando di rigenerazione urbana un progetto per l’implementazione della ree di sosta alle porte del centro cittadino. “Anche in viale Arno e in zone a ridosso del centro – prosegue la Brigante -  vorremmo sviluppare questa serie di servizi con parcheggi di interscambio. Aspettiamo inoltre il responso del redigendo piano urbano della mobilitò sostenibile (Pums, ndr). La società incaricata è giunta all’ultima fase di consultazione pubblica. Vediamo quale soluzioni hanno immaginato per la risoluzione di questo annoso problema. L’auspicio è di evitare l’affluenza di tanti veicoli nel centro storico, perché effettivamente non se ne può più”. 

E in attesa che si trovino soluzioni definitive, una importante boccata d’ossigeno, come suggerito da vari residenti, potrebbe anche arrivare dal rafforzamento del servizi di trasporti pubblico fra centro e periferie, in particolare durante i fine settimana. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos parcheggi: “Entro Natale possibile riapertura del parcheggio della Salvemini”

BrindisiReport è in caricamento