Martedì, 26 Ottobre 2021
Attualità Carovigno

Carovigno Basket: atleti senza "casa", costretti ad allenarsi in strada

Lettera aperta della società e del presidente al Comune guidato dal commissario affinchè autorizzi l'utilizzo del palazzetto dello sport

CAROVIGNO - Riceviamo e pubblichiamo la lettera a firma della presidenza dell'Asd Carovigno Basket, società che milita nel campionato di serie C Silver. La società lamenta l'impossibilità ad allenarsi perchè il Comune, retto dal commissario, non autorizza l'utilizzo del palazzetto dello sport "F. Prima", nonostante le richieste da parte del sodalizio. 

L’Asd Carovigno Basket, realtà cestistica da anni impegnata a livelli sempre più prestigiosi nel panorama sportivo regionale, associazione sportiva militante nel campionato di serie C Silver (quinto campionato per livello di importanza su scala nazionale), conquistato, con immensi sacrifici e tantissimo sudore, per la prima volta nella storia della città di Carovigno.

Gara al palazzetto Carovigno-2

Realtà che vanta anche decine e decine di tesserati iscritti e altrettanti simpatizzanti nonché, resosi promotrice della creazione di un centro minibasket di giovani e giovanissimi con circa 90 iscritti, si vede rammaricata per la mancanza, a oggi, di qualsiasi risposta da parte dell'amministrazione comunale di Carovigno, retta, da qualche mese, da una commissione ad acta, circa la possibilità di poter usufruire del palazzetto dello sport " F. Prima " per la stagione sportiva 2021/ 2022.

“Il rischio di non poter giocare fra le mura amiche cittadine è un qualcosa che va esorcizzato e non solo - commenta il patron Giuseppe Greco - potrebbe portare profondo nocumento alla città stessa, dato che da anni promuoviamo l'attività sportiva anche fra i giovanissimi, cercando con mille sacrifici anche e, soprattutto, economici, di creare un luogo di aggregazione atto, come si suol dire, a "togliere dalla strada” tanti e tanti ragazzi.  Spero e confido in una risposta celere e positiva dei commissari prefettizi a cui colgo l'occasione per porgere i miei saluti”. 

Foto 2 allenamento all'aperto-2

A seguito di tante pec e protocolli inviati, al momento non abbiamo riscontri circa le sorti del movimento cestistico carovignese e spinti da numerose rimostranze dei genitori dei piccoli allievi, che speriamo non vengano meno, chiedono a quando si possa ripartire con le lezioni di minibasket. Ci troviamo costretti a portare all’onore delle cronache la nostra realtà e se il tutto dovesse rimanere lettera morta saremmo costretti a chiedere ospitalità a cittadine limitrofe: ciò, sicuramente, sarebbe un ulteriore smacco a una popolazione già prostrata per le vicende che hanno coinvolto Carovigno.                        

Infine, il discorso che riguarda la serie C: dopo tanto sacrificio e impegno l’Asd Carovigno Basket è ancora senza casa, con gli atleti e lo staff tecnico che si allenano all’aperto pur di cominciare la nuova stagione. Dopo aver lavorato intensamente per allestire un roster all’altezza, con un investimento economico importante da parte dei  soci, degli sponsor e dei tifosi per alimentare il progetto sportivo e dopo aver confermato l’iscrizione al campionato di serie C alla Fip, oggi la situazione è questa: ci alleniamo in mezzo alla strada.

"Faccio i miei complimenti – conclude Giuseppe Greco - a tutti i ragazzi, i dirigenti e allo staff tecnico che stanno dimostrando un attaccamento alla maglia incredibile e non mollano di un centimetro, ma continuare così è davvero estenuante. Non crediamo di meritare questa situazione: lo sport è salute, aggregazione e passione e in questi anni abbiamo sempre dimostrato questi valori. Meritiamo delle risposte, lo merita il Carovigno Basket e lo merita la città di Carovigno”.

Asd Carovigno Basket
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carovigno Basket: atleti senza "casa", costretti ad allenarsi in strada

BrindisiReport è in caricamento