Lunedì, 18 Ottobre 2021
Attualità

Casa della musica nell’ex convento Santa Chiara

Il Comune di Brindisi punta di nuovo sull’immobile in Centro dopo l’esperienza del Saint Louis College of Music

BRINDISI – Per il futuro prossimo dell’ex convento Santa Chiara, il Comune punta sui giovani con l’obiettivo di trasformarlo in Casa della musica. Musica e ragazzi, connubio in grado di riaprire l’immobile di proprietà dell’Amministrazione cittadina, dopo l’esperienza del Saint Louis College of Musice durata appena tre anni.

Il progetto

Riccardo Rossi con la fascia tricoloreA darne notizia è lo stesso sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, ancora una volta facendo affidamento non già ai canali di comunicazione ufficiali del Palazzo, ma sulla sua pagina Facebook con un post pubblicato nella mattinata di oggi.

“In Giunta abbiamo approvato la candidatura degli spazi dell’ex Convento di Santa Chiara come Casa della Musica al programma della Regione Puglia Luoghi Comuni, finalizzato a favorire il riuso e la valorizzazione di beni immobili pubblici sottoutilizzati”, ha scritto. “Il processo si realizza attraverso il sostegno a progetti di innovazione sociale promossi da organizzazioni giovanili”, si legge. “Brindisi ha bisogno di presidi culturali pubblici e accessibili”.

L’ex convento Santa Chiara, nelle intenzioni dell’Amministrazione, dovrebbe affiancare Palazzo Nervegna: “Abbiamo ridato vitalità ai molteplici spazi di Palazzo Nervegna, le proposte culturali  arrivano anche da fuori Brindisi, il pubblico e i destinatari rispondono bene. Il Palazzo permette mostre, conferenze, convegni, visite guidate in uno spazio unico in pieno centro. L’Ex convento di Santa Chiara ha lo stesso potenziale applicato alla musica, allo studio e alle performance dal vivo, ci impegniamo affinché attraverso dei giovani quel bene possa esprimere finalmente tutta la sua vitalità e il valore per la comunità”.

Il precedente

Guardando indietro, non è possibile dimenticare il precedente del Saint Louis College of Music, evidentemente poco fortunato visto che la scuola musicale ha avuto diritto di cittadinanza a Brindisi, proprio nell’ex convento Santa Chiara per appena tre anni.

Trovò accoglienza nel periodo dell’Amministrazione di centrodestra con Domenico Mennitti sindaco, il primo a credere nell’attivazione dell’anno accademico a Brindisi, sotto la direzione di Stefano Mastruzzi. Era il mese di maggio 2010.

Nella primavera del 2013, con Giunta di centrosinistra guidata da Mimmo Consales, la fine con appendice di polemiche e ordinanza di sfratto.


 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa della musica nell’ex convento Santa Chiara

BrindisiReport è in caricamento