Boom di prenotazioni di trulli con piscina: in arrivo ondata di turisti dal Nord

La campagna di Ceglie Messapica una delle mete più gettonate per le vacanze estive. Prezzi decurtati del 40% rispetto alla passata stagione

CEGLIE MESSAPICA - Nell’estate alle prese con le regole anti Covid, gli italiani non vogliono rinunciare alla vacanza e la Puglia, insieme a Sicilia, Sardegna e Toscana, resta tra le mete preferite nel post emergenza sanitaria. A confermarlo è Domenico Convertino, agente immobiliare di Ceglie Messapica che, proprio nella "Terra d'Arte e di Gastronomia" promuove il fascino architettonico di masserie e trulli, per un'offerta turistica che comprende, anche, una serie di servizi aggiuntivi come la spesa o lo chef a domicilio, noleggio bici e moto, baby sitting, massaggi e tour tra le eccellezze enogastronomiche, per una vacanza esperenziale. 

preparazione biscotto cegliese-2

"A dispetto di chi pensava ad un'estate in negativo - commenta Convertino - la richiesta per questo tipo di soluzione da parte dei vacanzieri è grande. Per i mesi di luglio e agosto abbiamo già occupato un buon 80% dei 250 posti letto che gestiamo, soprattutto per trulli e masserie, specie se hanno a disposizione anche la piscina. L'unica novità riguarda la riduzione dei prezzi che si aggira a meno 40% rispetto alla scorsa estate. Questa è la volontà dei proprietari delle strutture pur di non tenerla chiusa". In un’estate all’insegna del distanziamento sociale e che si coniuga alla vacanza rurale a contatto con la natura, trascorrere una vacanza in famiglia in un trullo è la soluzione più adatta. Molti  cegliesi, infatti, hanno ristrutturato i trulli di famiglia per trasformarli in abitazioni. Un buon numero di essi è stato venduto agli stranieri appassionati di questa terra. 

"Al momento le prenotazioni arrivate sono solo e esclusivamente da italiani provenienti dalle regioni del Nord, alcuni dal Lazio - continua Convertino - parliamo, soprattutto, di imprenditori che con la loro famiglia non rinunceranno alla vacanza ma che, come già annunciato, continueranno a lavorare in smart working. A ciò bisogna aggiungere la richiesta di servizi aggiuntivi che, come agenzia, siamo in grado di offrire: come lo chef a domicilio o la cooking class, una full-immersion nella preparazione di quelli che sono i piatti tipici della nonna come le orecchiette o il biscotto cegliese. C'è già richiesta di biciclette per le escursioni e di baby sitting. Per quanto riguarda il turista straniero, invece, la situazione al momento è ferma. Un po' per i prezzi alti dei biglietti aerei, un po' perchè le direttive nazionali ed europee sono in continua evoluzione ma, solitamente, è una clientela che tende a venire dalle nostre parti per settembre e ottobre". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia passa in zona gialla: cosa cambia fino al 21 dicembre

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Auto si ribalta e finisce nelle campagne: spavento per una ragazza

  • Covid, Puglia: la curva rallenta. Nel Brindisino cinque decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento