rotate-mobile
Attualità Ceglie Messapica

Traslocano all'estero le stelle della cucina: la Med School non è più sede Alma

Lo ha annunciato ieri sera (mercoledì 30 novembre 2022) il sindaco Angelo Palmisano in risposta all'interrogazione della consigliera d'opposizione Giusy Resta

CEGLIE MESSAPICA - Bisogna fare un salto indietro fino al 31 luglio 2014 giorno in cui venne annunciato, pubblicamente, che la scuola internazionale di cucina italiana Alma aveva scelto Ceglie Messapica per ospitare il percorso "tecniche di base", prepedeutico al corso superiore. Da tempo Gualtiero Marchesi e il cda di Alma miravano alla "capitale della gastronomia" e al progetto della Mediterranean Cooking School (inaugurata il 28 febbraio 2014) fino a decidere di portare avanti, qui, una prima esperienza didattica in sede distaccata, grazie soprattutto alla chef cegliese Antonella Ricci, docente Alma. Tante le stelle della cucina che dal 2014 fino al 2019 sono transitate in quelle aule, sul palco del Ceglie Food Festival e decine gli alunni che hanno potuto terminare il corso nelle sale dell'ex convento dei Domenicani.

Un progetto che, però, non ha trovato, probabilmente, convergenza tra la parte pubblica e la parte privata terminato con la scelta di investire sul mercato estero. Questo è quanto dichiarato dal sindaco di Ceglie Messapica Angelo Palmisano nella seduta del consiglio comunale che si è svolto ieri sera (mercoledì 30 novembre 2022). Sollecitato dalla consigliera d'opposizione Giusy Resta - che nei giorni scorsi aveva effettuato un sopralluogo insieme al consigliere Piccoli - sulla scelta dell'amministrazione di allocare nella Med School i corsi professionali della "Dante Alighieri", l'organismo formativo accreditato alla Regione Puglia che gestirà la struttura fino al febbraio 2023, e sullo stato insalubre della location a causa di numerose infiltrazioni, il primo cittadino ha spiegato che entro fine anno verranno appaltati i lavori per la pulizia dall'erba infestante dopo le autorizzazioni della Soprintendenza e che lo stesso cda di Alma aveva deciso di non continuare l'esperienza a Ceglie Messapica per investimenti all'estero. Oggi la scuola, come sottolineato dal sindaco, è il primo ente pubblico accreditato per i corsi di formazione della Regione Puglia, non solo per l'enogastronomia. 

La Mediterranean Cooking School nasque con la giunta guidata dall'ex sindaco Pietro Federico (inaugurata poi dalla giunta Caroli) con il progetto In.C.O.Me. – International Centre of Mediterranean Gastronomy, finanziato dal Programma di Cooperazione Europea Grecia – Italia 2007/2013. L’investimento è stato di oltre 1 milione e mezzo di euro, con il restauro ad hoc e l’acquisto di attrezzature all’avanguardia, con postazioni individuali complete per 16 allievi. La scuola è intitolata al compianto ristoratore Angelo Ricci. Nel progetto iniziale doveva essere una vera e propria università della cucina di respiro internazionale che avrebbe accolto allievi da tutti i paesi del Mediterraneo e, quindi, occasione di lavoro qualificato per il territorio. "La presenza di Alma era un fiore all'occhiello per la nostra città", il commento finale della consigliera Resta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traslocano all'estero le stelle della cucina: la Med School non è più sede Alma

BrindisiReport è in caricamento