Lunedì, 20 Settembre 2021
Attualità Ceglie Messapica

Sicurezza scuole comunali, l'opposizione: "Troppe criticità, subito interventi"

Bocciato l'ordine del giorno presentato dai consiglieri Giusy Resta, Isabella Vitale, Piero Piccoli e Giuseppe Argentiero

CEGLIE MESSAPICA - "La maggioranza ha perso una grossa opportunità di apertura e di confronto con l'opposizione". E' il commento dei consiglieri di minoranza Giusy Resta, Giuseppe Argentiero, Isabella Vitale e Piero Piccoli che, a margire del consiglio comunale monotematico sulla sicurezza degli edifici scolastici di competenza comunale che si è tenuto ieri, mercoledì 10 marzo 2021, hanno indetto una conferenza stampa alla luce, poi, della bocciatura dell'ordine del giorno presentato dai medesimi consiglieri che impegnava il sindaco e la giunta a procedere in alcuni attività risolutive delle criticità degli edifici. 

I consiglieri d’opposizione, infatti, hanno più volte richiamato l’amministrazione alle proprie responsabilità sullo stato di sicurezza di alcuni edifici come evidenziano le numerose relazioni tecniche dei responsabili della sicurezza, sottolineando il fatto, poi, che trattasi di criticità di alcuni anni quando l'attuale maggioranza era al governo della città. "La nostra - spiegano i consiglieri - era una richiesta dello stato dei luoghi e quindi un atto di impegno da parte dell'amministrazione, un momento importante per mettere un punto fermo e cercare di risolvere le criticità ben visibili esternamente e internamente dalle relazioni. Invece abbiamo appreso che bisogna aspettare i finanziamenti ma ogni scuola ha esigenze, criticità diverse ed evidenti e non è possibile aspettare la burocrazia amministrativa." 

Abbattimento di tutte le barriere architettoniche presenti nelle scuole, programmare interventi strutturali, nonchè la consegna della palestra della scuola media "Leonardo da Vinci" entro la fine di agosto del 2021: queste alcune delle richieste presenti all'interno dell'ordine del giorno bocciato dalla maggioranza ( assenti Giovanni Argentiero e Piero Santoro). Argomenti già discussi e chiariti per il sindaco Angelo Palmisano che ha sottolineato la non adeguatezza del consiglio comunale per affrontare l'argomento che poteva essere discusso nella commissione specifica ma i consiglieri d'opposizione ribadiscono: "Il consiglio comunale è sovrano, è un luogo di confronto democratico ed è opportuno dare risposte non farlocche ai cittadini e agli utenti delle scuole."



 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza scuole comunali, l'opposizione: "Troppe criticità, subito interventi"

BrindisiReport è in caricamento