rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Attualità

Centro grandi ustioni, deposito pericoloso: "Spostamento già avviato"

La precisazione dell'Asl di Brindisi dopo la nota della Cgil: "Oggi, 6 febbraio, è previsto il completamento dell'operazione"

BRINDISI - In riferimento alla segnalazione della Cgil circa deposito pericoloso nell'ospedale Perrino, l'Asl di Brindisi precisa "che i locali a cui si fa riferimento erano stati impiegati temporaneamente come deposito per esigenze della direzione sanitaria dell'ospedale. Lo spostamento del materiale è già stato avviato e i locali sono stati parzialmente liberati. Oggi, 6 febbraio, è previsto il completamento dell'operazione". E' una risposta a quanto denunciato dalla Cgil: "Un deposito di materiali altamente infiammabili blocca da mesi la realizzazione di una cabina elettrica da costruire nel Centro Grandi Ustioni dell'ospedale Perrino di Brindisi", si leggeva in una nota del sindacato.

Sempre la Cgil aveva spiegato: "Nonostante dei sopralluoghi effettuati già lo scorso dicembre e reiterate richieste ai responsabili dell'area gestione tecnica della Asl per lo spostamento del deposito e l'individuazione di soluzioni alternative per la sua allocazione però, ancora nulla si è mosso". Sempre dall'Asl, la replica: "L'area tecnica fa sapere che la ripresa dei lavori per l'ammodernamento del Centro Ustioni è prevista per il prossimo 14 febbraio con la realizzazione della cabina elettrica. Questo consentirà, a seguire, di trasferire i degenti nella porzione già ristrutturata e avviare i lavori di adeguamento nella zona oggi utilizzata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro grandi ustioni, deposito pericoloso: "Spostamento già avviato"

BrindisiReport è in caricamento