Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità Cellino San Marco

La chiesa ha bisogno di manutenzione: il parroco scrive alla comunità

Attraverso una lettera pubblicata su Facebook ha avviato una raccolta fondi per affrontare le spese necessarie alla manutenzione ordinaria e straordinaria della struttura religiosa

CELLINO SAN MARCO - “L’Unione fa la forza e la Chiesa è unità”. E’ con questa convinzione che don Luca D’Agnano, parroco della chiesa San Marco e Santa Caterina di Cellino San Marco, unica sul territorio, attraverso una lettera rivolta alla comunità, ha avviato una raccolta fondi per affrontare le spese necessarie alla manutenzione ordinaria e straordinaria della struttura religiosa. 

C’è da risanare i portoni in legno che con le intemperie si sono danneggiati, e da riparare i solai e le pareti per evitare infiltrazioni di acqua pericolose per l’edificio. La parrocchia ha finito i fondi, sempre raccolti attraverso le offerte libere dei cittadini. Durante il primo periodo della pandemia (e tuttora) è stata impegnata in prima linea insieme alla Caritas per aiutare le famiglie bisognose del paese. 

Qualche giorno fa attraverso un appello su Facebook il parroco ha chiesto aiuto alla comunità e con i soldi donati durante l’offertorio di domenica scorsa è stata raccolta la somma necessaria per  i lavori di ristrutturazione di uno dei portoni. Ma c’è ancora tanto da fare. 

ristrutturazione parrocchia cellino-2

L’ideale, da quanto si legge nella lettera, sarebbe ripristinare l’offerta mensile di 10 euro al mese da destinare ai fabbisogni della parrocchia stessa ma anche per le necessità di chi è meno fortunato. In cambio, il sacerdote, ogni terzo lunedì del mese celebra una messa "per le intenzioni di tutti i benefattori". 

Don Luca, grazie a tanti cittadini, da anni cerca di aiutare in tutti i modi chi è in difficoltà. Il Lockdown ha dato il colpo di grazia a quelle situazioni familiari già precarie. In molti si sono ritrovati senza soldi e la parrocchia insieme alla Caritas non si è fatta trovare impreparata. E continua a farlo. Adesso è la stessa parrocchia che ha bisogno di un piccolo aiuto ed è così che è nata l’idea di chiedere un contributo attraverso i social. La risposta da parte della comunità religiosa non si è fatta attendere, in molti hanno già donato. 

Don Luca negli ultimi giorni, inoltre, ha dato un nuovo ruolo alla Caritas parrocchiale: non si occuperà solo della distribuzione di alimenti e vestiario ma anche di assistenza di altro genere e ascolto per le famiglie. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La chiesa ha bisogno di manutenzione: il parroco scrive alla comunità

BrindisiReport è in caricamento