Runners e ciclisti invadono i parchi, ma non tutti rispettano le distanze di sicurezza

Con l’avvio della fase 2, i parchi pubblici di Brindisi tornano a riempirsi di famiglie e sportivi. Non tutti, però, rispettano le distanze di sicurezza. Sia nel parco Cesare Braico che nel parco Cillarese si sono visti runners e ciclisti che procedevano in gruppo, senza mantenere il distanziamento.

Sulle panchine della pista ciclabile, inoltre, si sono viste comitive di giovani, gran parte dei quali senza mascherine, che davano vita a veri e propri assembramenti. Se qualcuno pensa che l’emergenza da coronavirus sia ormai alle spalle, però, si sbaglia di grosso. Per evitare una nuova impennata nei contagi occorrerà comportarsi con senso di responsabilità anche all'interno dei parchi.

A tal proposito va ricordato che l'amministrazione comunale ha riaperto i parchi Cillarese, Di Giulio, Buscicchio e Cesare Braico pevedendo un numero massimo di presenze per ognuno di essi. Agli ingressi dei dei parchi Cillarese e del Cesare Braico, però, nel pomeriggio odierno non è stato effettuato alcun controllo. 

Si parla di

Video popolari

BrindisiReport è in caricamento