Qualità della vita 2020: "Insufficienza" per la provincia di Brindisi

Posto 89 su 107 nella classifica di Italia Oggi e Università della Sapienza. Discreto piazzamento in "Reati e sicurezza"

BRINDISI – La provincia di Brindisi perde due posizioni, passando dall’87esimo all’89esimo posto, nella classifica finale della qualità della vita 2020 di Italia Oggi e Università la Sapienza di Roma, in collaborazione con Cattolica Assicurazioni, giunta alla 22esima edizione. Come ogni anno vengono presi in considerazione una serie di indicatori (affari e lavoro, ambiente, sicurezza sociale, istruzione formazione capitale umano, reati e sicurezza) per stabilire quali sono le città italiane in cui si vive meglio e quelle in cui le cose vanno peggio.

La provincia di Brindisi, 89esima su 107 province, si conferma nel vagone di coda. Ma nel resto della Puglia la situazione non è più rosea. Basti pensare che la provincia di Foggia ha perso cinque posizioni, precipitando all’ultimo posto. Male anche Bat, che passa dal 97esimo al 98esimo posto, Taranto (dall’89° al 94° posto), Bari (dall’86° all’88° posto) e Lecce, che scende di cinque posizioni rispetto al 2019, attestandosi all’86esimo posto.

Per ogni indicatore, le province vengono suddivise in quattro fasce: buona, accettabile, scarsa, insufficiente. Non sorprende che la provincia di Brindisi (83esima) rimedi un’insufficienza nella classifica dell’ambiente. Sorprende, invece, il discreto piazzamento nella graduatoria Reati e sicurezza. La provincia di Brindisi si colloca infatti a metà classifica (56esimo posto, migliorando di quattro posizioni rispetto al 2019), rientrando nella fascia due (accettabile).

La situazione migliora ulteriormente nell’ambito della sicurezza sociale, dove il Brindisino guadagna ben 13 posizioni rispetto allo scorso anno, conquistando un più che onorevole 38esimo posto (accettabile). Ma per quanto riguarda “Istruzione, formazione, capitale umano”, bisogna scorrere la classifica fino al 91esimo posto per trovare Brindisi, che comunque migliora di sette posti rispetto allo scorso anno. Il quadro migliora di poco nella classifica “Sistema salute”, dove Brindisi è 83esima (insufficiente). Ma il piazzamento peggiore arriva nella classifica “Tempo Libero e Turismo”, con un pessimo 101esimo posto.  A livello nazionale, Pordenone è sul podio, seguita da Trento. 

Le classifiche complete: 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento