Attualità

"Vivi-amo la Commenda”: al via la festa di quartiere, tutti invitati

Appuntamento sabato 25 maggio in piazza del Salento, a partire dalle ore 10. In scena canti, balli, giardinaggio e tanto altro

BRINDISI – “Vivi-amo la Commenda” è questo il tema della manifestazione in programma per sabato 25 maggio in piazza del Salento, a Brindisi a partire dalle ore 10. In scena canti, balli, giardinaggio e tanto altro. Alla festa sarà presente il Consiglio comunale dei Ragazzi “che con il loro forte potere innocente, contribuirà, mettendo in evidenza il loro punto di vista sul vivere gli spazi urbani, cercando di abbattere la normale routine giornaliera e le abitudini civiche standardizzate”. Si legge nella nota di presentazione dell’evento.  

Una festa di quartiere organizzata dall’omonimo comitato che coinvolge i bambini “quali baluardi per un’idea nuova del vivere cittadino e monito “severo” per l’educazione dei cosiddetti adulti. Solo ascoltando le idee e le opinioni dei più piccoli, gli abitanti possono essere sensibilizzati a migliorare la realtà che li circonda”.

“Il Comitato Commenda nasce per dar voce e concretezza a ciò che si può realizzare immanentemente, individuando via via le peculiarità del nostro territorio esistenti e non. Si sta cercando di coinvolgere più persone che hanno a cuore il “bene comune”; così, come hanno dimostrato i commercianti del quartiere sempre attenti e sensibili a cooperare e a dare sostegno a tutte quelle iniziative spontanee atte a cementare la convivenza sociale”.

“Solo tenendo presente i bisogni dei più piccoli c’è speranza che qualcosa migliori, come ad esempio la creazione di parchi gioco grandi o piccolissimi, piste ciclabili attorno alle aiuole e quant’altro. La partecipazione attiva è un diritto! Minato dalla pigrizia indotta da mancanza d’esempio e da una certa carenza socio-culturale. Oggi più che mai, un’Amministrazione è buona, quando investe molto sui servizi perché inducono il cittadino a non essere solo e sempre critico a priori”.

“Bisogna ripensare all’idea di città, veicolandola verso i bambini e fasce più deboli, perché se sarà meglio per loro lo sarà anche per tutti. I ragazzini devono avere un posto all’esterno di casa propria, certamente in spazi protetti, perché possano maturare la loro autonomia e consapevolezza di cosa li circonda oltre alle quattro mura di casa”.

“Dovremmo fare in modo di cambiare socialmente il nostro territorio per cambiare i comportamenti dei cittadini: analizziamo il quartiere e focalizziamo l’attenzione sulle potenzialità da mettere in risalto al momento, per garantire un futuro diverso. Riappropiamoci del nostro spazio pubblico. Rendiamo la nostra città più vivibile! Riqualifichiamo, abbelliamo e rivitalizziamo non solo il nostro quartiere Commenda ma anche gli altri. Prendiamoci cura come cittadini delle aree verdi comuni; mobilitiamoci per creare un movimento rivoluzionario contro l’inerzia e l’inciviltà”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vivi-amo la Commenda”: al via la festa di quartiere, tutti invitati

BrindisiReport è in caricamento