Energie rinnovabili e turismo: Brindisi capofila di due progetti interregionali

Sono stati candidati, insieme ad altri Comuni, al programma di cooperazione europea Italia-Albania-Montenegro

BRINDISI – Le energie da fonti rinnovabili e la promozione turistica sono le direttrici intorno alle quali si sviluppano due progetti candidati dal Comune di Brindisi, in collaborazione con altre amministrazioni comunali, nell’ambito del programma di cooperazione territoriale europea interregionale Ipa Cbc Italia-Albania-Montenegro 2014/2020. E’ scaduto ieri (20 giugno) il termine per la presentazione delle candidature al bando, che dispone di  risorse finanziarie per 13 milioni di euro per il finanziamento di progetti di cooperazione in Italia (Puglia e Molise), in Albania e in Montenegro.
 
Il Comune di Brindisi ha partecipato all’iniziativa candidando diverse proposte e, in particolare, come capofila, si è fatto promotore dei seguenti due progetti: Co-Clean, Co-designed and implementation of loCal sustainable energy action per il bando progetti ordinari; Excellent - Cross-Border Experience for a Sustainable Tourism Development in the Programme Area per il bando small project.

Il progetto Co - Clean

Il progetto Co – Clean ha come tema l’energia, in particolare la promozione di pratiche e strumenti innovativi per ridurre le emissioni di carbonio e altri inquinanti, migliorare l'efficienza energetica nel settore pubblico e incrementare l'uso di energie rinnovabili. 

Il partenariato del progetto Co Clean è così costituito dal Comune di Brindisi come capofila e da altri due partner italiani: il Comune di Racale (Lecce) ed il Consorzio per lo sviluppo industriale della Valle del Bifero (Molise); partner albanese è il Comune di Valona, mentre partner montenegrino è il Comune di Berane. 

Il Comune di Brindisi, in particolare, in caso di finanziamento del progetto, attuerà un’azione pilota ispirata ai principi della democrazia energetica con l’obiettivo di costituire a livello locale una cooperativa energetica, una comunità di cittadini prosumer in grado di produrre da fonti rinnovabili l’energia necessaria al proprio fabbisogno. 

Il progetto Excellent

Il progetto Excellent invece ha come tema il turismo, in particolare la gestione intelligente del patrimonio naturale e culturale nell’ottica di potenziare il turismo sostenibile transfrontaliero ed aumentare l'attrattiva dei beni naturali e culturali per rendere più sostenibile ed efficiente lo sviluppo economico delle aree interessate dal programma. 

Per affrontare questa sfida il Comune di Brindisi, capofila del progetto, insieme al partner albanese (il Centro Regionale per lo sviluppo e per la Cooperazione), ha previsto, in partnership con Airbnb Italia, la realizzazione di un’Accademia sul Turismo Esperienziale. L’attività si realizzerà attraverso workshop destinati ad operatori del turismo da svolgersi a Brindisi e in Albania sulle strategie turistiche innovative e sostenibili.

“La partecipazione del Comune di Brindisi - precisa l’assessore alla Programmazione economica Roberto Covolo, coordinatore per l’amministrazione della partecipazione alla call Interreg - agli avvisi di cooperazione transfrontaliera risponde a due obiettivi: mirare al reperimento di risorse economiche per avviare progetti sperimentali in settori strategici per l’amministrazione comunale (come l’energia e ed il turismo) e rinsaldare alleanze con altre realtà istituzionali, associative ed economiche dell’area adriatica per rafforzare la dimensione di Brindisi come porta d’Oriente, città aperta allo scambio, al dialogo e alla collaborazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Bollo auto e Documento unico di circolazione, le novità 2020

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Quanto costa una casa a Brindisi quartiere per quartiere

  • Lite in un locale: un uomo ferito al collo con un bicchiere rotto

  • Inseguimento si conclude con arresto, denunce e ritrovamento di auto rubata

Torna su
BrindisiReport è in caricamento