rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Attualità

Contrada Torre Rossa: "Dobbiamo per forza aspettare il morto?"

Lettera aperta al sindaco di Brindisi, alla giunta comunale e ai responsabili dei settori Lavori Pubblici e Viabilità del Comune da parte dei cittadini di contrada Torre Rossa

BRINDISI - Riceviamo e pubblichiamo nota a firma di liberi cittadini di contrada Torre Rossa a Brindisi.

Siamo un gruppo di cittadini esasperati e residenti presso la Contrada Torre Rossa e questa da parte nostra vuole essere una lettera aperta verso il sindaco di Brindisi, la giunta comunale ed in special modo diretta ai responsabili dei settori Lavori Pubblici e Viabilità. Abbiamo scelto di fare ricorso all’unico modo utile ed efficace per rappresentare la situazione di pericolo esistente in Via Strada dei Vini presso la Contrada Torre Rossa in quanto, purtroppo, troppo spesso le nostre segnalazioni fatte agli uffici preposti si smarriscono nei meandri della burocrazia comunale.

Intendiamo riferirci al fatto che le strade prospicienti alle nostre abitazioni vengono percorse ad alta velocità in totale assenza di cartellonistica adeguata, di dossi rallentatori o anche di semplici controlli costituendo così un pericolo notevole tanto per i residenti quanto per gli automobilisti stessi. Abbiamo ancora fresca la memoria di quanto, purtroppo, successo in Contrada Betlemme in cui un sinistro stradale è costato la vita ad un nostra concittadina. Certo, parliamo di dinamiche differenti, non vogliamo mancare di rispetto a nessuno né tantomeno vogliamo essere “Cassandre” di sventure. Ma, questo sì, siamo sinceramente preoccupati e i paragoni nascono dal fatto che queste situazioni sono entrambe figlie, in un certo qual modo, dello stato di abbandono da parte delle istituzioni in cui versano le contrade brindisine.

Siamo coscienti che nella amministrazione comunale vi sono persone sensibili a questi temi, pertanto chiediamo un intervento netto e deciso con l’installazione di dissuasori di velocità oppure la semplice installazione di mezzi di rilevamento della velocità che, tra le altre cose, garantirebbero una entrata alle casse comunali consentendo allo stesso tempo di reinvestire quelle somme nel miglioramento delle condizioni delle strade e dei marciapiedi generali cittadini. Confidando nell’interessamento di chi di dovere, cordialmente i firmatari: Liberi cittadini di Torre Rossa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contrada Torre Rossa: "Dobbiamo per forza aspettare il morto?"

BrindisiReport è in caricamento