L'importanza della comunicazione nelle piccole aziende: workshop con Giuseppe Mazza

La quinta edizione della Bill Summer School si terrà a San Vito dei Normanni, nel laboratorio urbano ExFadda, il 3 e 4 agosto

SAN VITO DEI NORMANNI – La quinta edizione della Bill Summer School, workshop di comunicazione pubblicitaria tenuto da Giuseppe Mazza, eletto qualche settimana fa Miglior comunicatore dell’anno dal Premio Emanuele Pirella, si terrà a San Vito dei Normanni, nel laboratorio urbano ExFadda, il 3 e 4 agosto.

Nel primo appuntamento, “La guerra dei piccoli”, dalle 15 alle 19, Mazza parlerà delle piccole aziende e di come possono affrontare la sfida contro le grandi, trovando il loro modo di comunicare, efficace e creativo, attraverso le idee.

Giuseppe-Mazza-2

Nel secondo giorno, “Oggi domani dopodomani”, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 si parlerà delle tendenze di comunicazione degli ultimi tempi e anche del futuro della pubblicità, sarà tracciata una mappa contemporanea per comunicare, cambiare e magari anche divertirsi.

Il workshop è aperto a tutti, semplici appassionati di comunicazione, ma, per il valore del docente, è particolarmente consigliato anche agli addetti ai lavori, copywriter, art director, social media manager, fotografi, video maker, account e a quegl’imprenditori che vogliono cambiare e migliorare la loro immagine ma che non hanno i grandissimi budget delle aziende più strutturate. Info: 3387578407 – info@diversaadv.it 

Giuseppe Mazza

Giuseppe Mazza è un creativo che ha mosso i suoi primi passi scrivendo per Cuore, Comix e Smemoranda per poi diventare direttore creativo in una delle migliori agenzie del mondo, la Saatchi&Saatchi a Milano. Oggi ha la sua agenzia, Tita, ma continua il suo impegno anche al di fuori delle agenzie, scrivendo libri sulla comunicazione, insegnando in scuole e università in tutta Italia, tra le quali la Scuola Holden di Torino, quella di Alessandro Baricco.

Ha fondato Bill, l’unica rivista italiana sul mondo della pubblicità. Ha scritto anche diversi libri per bambini ed è grazie a lui che oggi possiamo leggere l’unico libro al mondo che raccoglie i testi di Bill Bernbach “Bernbach pubblicitario umanista”. È proprio al padre putativo di tutti i creativi del mondo che è dedicato il nome della summer school, il pubblicitario che per primo si è posto una domanda fondamentale: la pubblicità deve mentire? La sua, e la nostra, risposta è no. La pubblicità, può raccontare, se non la verità, sicuramente il vero.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio Polignano, salgono a 168 i positivi: 5 sono a Villa Castelli e 2 ad Ostuni

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

  • Lecce, shopping nel centro commerciale senza pagare: arrestata una brindisina

  • Chiedono i documenti: poliziotti aggrediti con calci e pugni in stazione

  • Vandali scatenati: appiccati tre incendi nella scuola materna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento