Mercoledì, 4 Agosto 2021
Attualità

Concorso “Origini, ragioni, futuro dell’Unione Europea”, premiati due studenti del "Salvemini"

Sono Luca Mileti e Roberto Brunetti, studenti della quarta C dell'Itet di Fasano. La cerimonia si è svolta questa mattina, mercoledì 9 giugno nell’Agorà del Consiglio regionale della Puglia

BARI - Luca Mileti e Roberto Brunetti, studenti della quarta C dell'Itet “Gaetano Salvemini” di Fasano sono nel gruppo di vincitori del concorso  “Origini, ragioni, futuro dell’Unione Europea” promosso da Aiccre Puglia (Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni delle Regioni d’Europa – federazione della Puglia). La cerimonia di premiazione si è svolta questa mattina, mercoledì 9 giugno 2021, nell’Agorà del Consiglio regionale della Puglia. L’iniziativa, che ha visto il sostegno del Consiglio regionale della Puglia, puntava a stimolare tra gli studenti la discussione sul valore della partecipazione dell'identità nazionale nell’unità europea, far conoscere il progetto di pace, libertà e democrazia contenuto nel disegno dei Trattati di Roma, educare le nuove generazioni alla responsabilità politica e sociale comune e alla comprensione delle problematiche europee ed internazionali.

Foto cerimonia premiazione 2.JPG-2

“Per troppo tempo l’Europa - ha detto la presidente del Consiglio regionale Loredana Capone - è stata percepita come qualcosa di estremamente distante dai cittadini e dai problemi che questi vivono ogni giorno. E, invece, l’Europa è importantissima per il presente e per il futuro di ciascuna e ciascuno di noi. Perchè è il luogo della pace, il luogo in cui mediare i singoli interessi per garantire quelli di tutti. Per fare tutto questo occorre, però, essere vicini alle comunità, occorre che l’Europa esca fuori dalla mera logica della funzione di controllo dei conti, per diventare l’Europa che aiuta, sostiene, accompagna, stimola. È quello che è accaduto finalmente, forse complice la pandemia, con la Next Generation Eu. E non è un caso che si rivolga proprio alle prossime generazioni. A loro va tutto l'impegno del nostro Consiglio regionale e io sono particolarmente felice e orgogliosa di aver accolto e sostenuto questa iniziativa. Perchè incentivare i giovani a riflettere sul futuro dell’Europa è fondamentale per avvicinarli sempre più a quel sentimento che unisce i popoli europei. Perchè questo è il primo passo verso l’Europa dei diritti e perchè studiare, approfondire, dialogare, è indispensabile per evitare conflitti e raggiungere l’obiettivo della pace”.

A ciascuno vincitore è stata assegnata una borsa di studio del valore di 500 euro, nei casi di ex equo l’assegno è stato diviso tra i premiati. All’incontro erano presenti: il vicepresidente del Consiglio regionale della Puglia, Cristian Casili, il presidente Aiccre Puglia, Giuseppe Valerio, il vicepresidente Aiccre Puglia, Giuseppe Moggia, Franco Punzi e Ennio Triggiani, già presidenti Aiccre Puglia, Giuseppe De Tomaso, già direttore della Gazzetta del Mezzogiorno, a cui è stato conferito il riconoscimento per "l’azione svolta a favore degli ideali e la costruzione dell’Europa federale". I premiati: Starace Rossana (3^ F Liceo Classico “Socrate” Bari), Del Negro Maria Celeste (2^ E  Ist. Comp. “GiovanniXXIII”  S.Ferdinando di Puglia), De Giorgi Francesco e Renna Emanuele (5B SIA IISS “Costa-Scarambone” Lecce), Muci Salvatore Maria (5^ A Liceo Scientifico, “Quinto Ennio” Gallipoli), Saccotelli Virginia (5^ I Liceo Scientifico “Battaglini” Taranto) ex equo con Vinciguerra Diego (2^ E Ites “Olivetti”  Lecce). 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso “Origini, ragioni, futuro dell’Unione Europea”, premiati due studenti del "Salvemini"

BrindisiReport è in caricamento