Contratti istituzionali di sviluppo: lavori allargati ad altri cinque comuni

Per la provincia di Brindisi rientreranno i comuni di Cellino San Marco, San Pietro Vernotico, Torchiarolo, San Donaci e San Pancrazio Salentino

BRINDISI - Il sindaco di Brindisi Riccardo Rossi oggi (lunedì 14 dicembre) ha partecipato a un incontro, in videoconferenza, presieduto dal ministro Giuseppe Provenzano con la partecipazione del sottosegretario Mario Turco, il sindaco di Lecce Carlo Salvemini ed il presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva e l'ingegner Portaluri di Invitalia, sul percorso per l'istituzione dei Cis (Contratti istituzionali di sviluppo).

"Il ministro Provenzano ha riferito che i Cis partiranno dai lavori predisposti dalle amministrazioni di Brindisi e Lecce e saranno allargati ai comuni rientranti nella cerniera tra i due capoluoghi, a nord di Lecce e a sud di Brindisi. In particolare, per la provincia di Brindisi rientreranno i comuni di Cellino San Marco, San Pietro Vernotico, Torchiarolo, San Donaci e San Pancrazio Salentino". 

"I temi su cui lavorare per i comuni cerniera saranno quelli legati alla rigenerazione della costa, la riqualificazione ambientale, turismo e valorizzazione del patrimonio. Il lavoro prosegue, dunque, con un confronto tecnico serrato con Invitalia per arrivare a gennaio finalmente all'istituzione dei Cis con le risorse della nuova programmazione del Fondo di Coesione 2021-2027”

Va ricordato che l'obiettivo dei Cis è quello di realizzare infrastrutture ferroviarie e stradali nel Mezzogiorno e nelle aree più svantaggiate del Paese per assicurare le condizioni per lo sviluppo e la coesione.

Il commento dell'europarlamentare Caroppo

"Il ministro Provenzano ha chiarito che i Cis partiranno dai lavori predisposti dai comuni di Lecce e Brindisi ma sarà allargato ai comuni della cerniera tra di essi, ovvero a nord di Lecce e a sud di Brindisi. Sono lieto che si stia percorrendo la strada da noi indicata per rispettare lo spirito di una misura che è per un'area vasta ed evitare la frammentazione delle risorse. Ora occorre affiancare immediatamente al tavolo istituzionale, un partenariato economico-sociale che veda coinvolti tutti gli attori del territorio nella realizzazione di un progetto unitario che non sia la sommatoria di centinaia di progetti di singoli attori istituzionali. L'ecosistema dell'innovazione presso la Cittadella della Ricerca e la riattivazione dello scalo merci di Surbo rappresentano le voci di una progettazione strategica e di sistema, con un potenziale effetto moltiplicatore per l'intera economia (industriale, occupazionale, ecc.) di un'area da sempre a vocazione produttiva". E' quanto dichiara in una nota Andrea Caroppo (Sud in Testa), parlamentare europeo e componente della commissione Industria Ricerca ed Energia a margine della videoconferenza sul percorso per l'istituzione dei Cis svoltasi oggi tra il ministro Provenzano, il sottosegretario Turco, i sindaci di Lecce e Brindisi, i presidenti delle rispettive Province e il vice-presidente di Invitalia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento