Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

Da San Vito a Brindisi per andare in farmacia: denunciato

Controlli in città. Nuove denunce per violazioni delle ordinanze di contrasto al Coronavirus da parte della questura

BRINDISI – Risiede a San Vito dei Normanni, ma è stato fermato per le vie di Brindisi. La giustificazione? Doveva andare in farmacia. Di farmacie aperte, però, ne avrebbe trovate, senza problemi, anche nel Comune di residenza. Questa una delle bizzarre scuse escogitate da una delle numerose persone identificate nella giornata odierna (sabato 21 marzo) dalla questura di Brindisi, nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio sul rispetto delle ordinanze di contenimento del Covid-19 disposte dal governo.

La polizia ha pattugliato il territorio cittadino con il supporto di un’unità eliportata del Reparto Volo della Polizia di Stato di Bari. Con il sorvolo della città si sono potuti indirizzare le pattuglie per controlli mirati ed efficaci, soprattutto nelle zone in cui maggiore era la presenza di cittadini. A ciò si è coniugato anche un approfondito servizio antirapina, considerato che nella mattinata odierna sono state riscosse le pensioni.

Numerosissime le persone e gli  esercizi commerciali sottoposti a controlli e rilevante è anche il numero delle denunce per violazione dell’ordinanza. Fra le persone denunciate, appunto, vi è anche il cittadino di San Vito dei Normanni che, a suo dire, si sarebbe sobbarcato 20 chilometri di strada per andare in farmacia, ignorando quelle che si trovavano a poche metri da casa sua. 

I controlli continueranno incessantemente anche la settimana prossima. Si ricorda che è necessario stare nelle proprie abitazioni. E’ consentito uscire solo per comprovate esigenze di lavoro, di salute o per acquisto di beni di prima necessità, facendo subito rientro nella propria casa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da San Vito a Brindisi per andare in farmacia: denunciato

BrindisiReport è in caricamento