menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Legalità e prevenzione della corruzione: convegno a Brindisi

Organizzato dal presidio Libera di Brindisi “Tony Sottile e Alberto De Falco”, l'evento si svolgerà martedì 7 maggio

BRINDISI - Martedì 7 maggio il Presidio Libera di Brindisi “Tony Sottile e Alberto De Falco” insieme ad Asl Brindisi, con la collaborazione del Polo Tecnico Professionale “Messapia” e il patrocinio del Comune, organizza un convegno dal titolo “Orizzonti di giustizia sociale nelle istituzioni – Percorsi di legalità, trasparenza e prevenzione della corruzione”, che si terrà presso la sala conferenze della sede Asl Br in via Napoli 8 dalle 15.30 alle 18.00. 

Sin dal settembre 2017, quando a Brindisi è nato il presidio dell’associazione “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”, la rete di volontari e realtà che lo compongono ha individuato un ambito preciso in cui impegnarsi: il contrasto civile al dannoso fenomeno della corruzione. Sappiamo bene, infatti, che varie indagini di questo tipo hanno coinvolto la città a livello istituzionale, sanitario o industriale. 

Dopo la presentazione del Rapporto Liberaidee sulla percezione di mafie e corruzione del 14 novembre 2018, l’incontro dell’11 marzo con gli studenti universitari di infermieristica intitolato “Orizzonti di giustizia sociale in sanità” e il seminario “Corruzione: dall'idolatria del denaro al male sociale” organizzato nel pomeriggio dello scorso 21 marzo per la “Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”, il convegno del 7 maggio vuole portare nelle istituzioni il tema che dava il titolo a quella Giornata: "Orizzonti di giustizia sociale”. 

L’evento si svolgerà presso la sede Asl Br di via Napoli e prevede gli interventi di Leonardo Ferrante, referente nazionale del settore Anticorruzione civica e cittadinanza monitorante delle associazioni Libera e Gruppo Abele, Mauro Masiello, Assessore alla Legalità e alla Trasparenza del Comune di Brindisi, e Gaetano Santoro, Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza Asl Br.

Ferrante è stato dal 2012 al 2015 coordinatore scientifico della campagna contro il malaffare “Riparte il futuro” e insieme ad Alberto Vannucci è tra gli ideatori della Scuola Common: un programma formativo per la creazione di comunità civiche monitoranti contro il malaffare. Il dibattito, introdotto e moderato da Valerio D'Amici, referente del Presidio Libera di Brindisi "Tony Sottile e Alberto De Falco", e Franco Colizzi, Direttore Uoc Csm di Brindisi, sarà concluso dall’intervento di Andrea Gigliobianco, Direttore Sanitario Asl Br. L’Istituto “De Marco”, che fa parte del Polo Tecnico Professionale “Messapia”, ha collaborato all’evento realizzando la locandina. 

Il convegno ha l’obiettivo di sensibilizzare gli operatori della sanità e delle istituzioni, ma anche tutta la cittadinanza, per individuare e costruire insieme “percorsi di legalità, trasparenza e prevenzione della corruzione”, in modo da ottenere servizi efficienti che garantiscono il rispetto dei diritti di lavoratori e utenti. Sarà un incontro importante anche per chiunque sia interessato a svolgere un ruolo di cittadinanza attiva e sviluppare in futuro nella nostra città altre possibili azioni insieme ai volontari di Libera: ad esempio misurare la reale percezione della corruzione e verificare la corretta applicazione delle leggi contro tale fenomeno. Pertanto si invita la cittadinanza a partecipare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento