Paziente muore in ambulanza. Sgomberata Pneumologia

La vittima è di Carovigno. Altri 27 positivi nel Brindisino, inclusi due pazienti del San Raffaele e quattro sanitari del reparto del Perrino

Oggi mercoledì 1 aprile, in Puglia, sono stati registrati 1.136 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 143 casi, così suddivisi: 39 nella provincia di Bari; 5 nella Bat; 27 nella provincia di Brindisi; 33 nella provincia di Foggia; 18 nella provincia di Lecce; 22 nella provincia di Taranto; 1 fuori regione. La somma dei dati per provincia è superiore di 2 casi perché include le schede non ancora attribuite per provincia e che sono state nel frattempo assegnate.

Sono stati registrati oggi 19 decessi: 11 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 2 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Lecce. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 15.209 test. Salgono a 57 i pazienti guariti. Mentre il totale dei decessi è 129. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 1.946 così divisi: 655 Bari; 116 Bat; 191 Brindisi; 490 Foggia; 321 Lecce; 148 Taranto; 20 attribuiti a residenti fuori regione; 5 per i quali è in corso l'attribuzione della relativa provincia.

Paziente di Carovigno muore in ambulanza 

La vittima, secondo quanto si apprende da fonti ufficiose, e salvo precisazioni dati gli ormai consolidati silenzi di Asl e Regione che costringono gli organi di informazione a muoversi con estrema difficoltà per garantire ai cittadini il diritto all'informazione, è un uomo di 74 anni di Carovigno, soccorso alle 12,10 da un equipe del 118 di San Vito dei Normanni e deceduto alle 13,45 prima di poter essere ammesso al triage. Il decesso sarebbe avvenuto per ictus. Tuttavia è stato effettuato un tampone post-mortem, fa sapere il sindaco di Carovigno, Massimo Lanzillotti.

In isolamento tutto il personale di Pneumologia

Un provvedimento immediato di isolamento domiciliare di tutto il personale medico, paramedico e ausiliario dell'Unità operativa complessa di Pneumologia dell'ospedale Perrino, è stato intanto disposto nella giornata odierna dal direttore medico dello stesso presidio ospedaliero. Nel contempo, tutti i pazienti ricoverati sono in fase di spostamento urgente in altri reparti, come Malattie infettive, Medicina interna e Rianimazione. Ciò che i sindacati dei medici e del personale paramedico e ausiliario temevano e avevano denunciato, pare stia avvenendo. Si attendono decisioni da parte della Direzione strategica.

Su questo caso la direzione generale della Asl ha diramato alle 19,40 il seguente comunicato: "Quattro dipendenti tra i sanitari del reparto di Pneumologia dell’ospedale Perrino di Brindisi sono risultati positivi al Covid 19: la direzione della Asl di Brindisi, su indicazione del medico competente, ha deciso di procedere subito alla sanificazione del reparto. "I pazienti - spiega il direttore generale Giuseppe Pasqualone - sono stati temporaneamente trasferiti in altri reparti: Medicina interna, Rianimazione e Malattie infettive. Stiamo già provvedendo al reclutamento del personale per rendere di nuovo operativo il reparto di Pneumologia in tempi brevi".

Due pazienti positivi al Centro di riabilitazione S.Raffaele

Giungono anche i risultati di una parte dei tamponi effettuati sui pazienti di una divisione del San Raffaele di Ceglie Messapica, struttura di riabilitazione della Asl di Brindisi affidata in gestione ad un gruppo privato romano. Su tre test i cui risultati sono già pervenuti, due hanno dato esito positivo ed uno negativo. Nei giorni scorsi, invece, era salito a tre il numero delle fisioterapiste risultate positive al test del Covid-19. nella struttura, dopo il primo caso confermato, l'azienda aveva chiesto ed ottenuto lo screening su parte del personale e dei pazienti.

Ricoverato per una polmonite sospetta un fisoterapista brindisino in servizio al San Raffaele, noto per la sua attività sportiva: anche lui era tra gli operatori della struttura sottoposti a tampone, ma l'esito del test di conferma che lo riguarda non è ancora pervenuto alla direzione sanitaria del centro di riabilitazione. In attesa da molti giorni degli esiti dei test anche altri fisioterapisti e infermieri del San Raffaele.

Articolo aggiornato alle 20.00 (cause morte paziente Carovigno)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Coronavirus, solo un caso in Puglia. Due morti nel Brindisino

Torna su
BrindisiReport è in caricamento