Befana solidale a Fasano: pasti offerti dai cuochi contadini di Coldiretti Puglia

L’associazione agrituristica Terranostra che aderisce a Campagna Amica preparerà dalle 11 di domani, 6 gennaio, il pranzo presso la mensa sociale Paolo VI

FASANO- Doneranno i pasti alla mensa sociale Paolo VI a Fasano, nella giornata di domani, 6 gennaio: i cuochi contadini di Campagna Amica che aderiscono agli agriturismi di Terranostra Puglia, associazione agrituristica di Coldiretti, hanno lanciato l’iniziativa Befana solidale, un gesto di solidarietà a beneficio dei nuovi poveri cresciuti del 40% a causa dell’emergenza economica scatenata dalla pandemia da Covid.

Gli agriturismi di Terranostra Puglia, nonostante la chiusura forzata e la conseguente perdita di fatturato, hanno voluto pensare ai tanti sfortunati che hanno bisogno di aiuto anche per mangiare per effetto della crisi economica e sociale provocata dalla pandemia e dalla conseguente perdita di opportunità di lavoro.

L’appuntamento è domani 6 gennaio 2021, dalle ore 11, con i cuochi contadini degli agriturismi pugliesi alla mensa sociale Paolo VI° a Fasano. Fra i nuovi poveri – sottolinea la Coldiretti regionale – ci sono coloro che hanno perso il lavoro, piccoli commercianti o artigiani che hanno dovuto chiudere, le persone impiegate nel sommerso che non godono di particolari sussidi o aiuti pubblici e non hanno risparmi accantonati, come pure molti lavoratori a tempo determinato o con attività saltuarie.

Presso i centri di distribuzione dei pacchi alimentari e alle mense della solidarietà – conclude Coldiretti Puglia - si presentano persone e famiglie che mai prima d’ora avevano sperimentato condizioni di vita così problematiche e ai centralini arrivano decine di telefonate al giorno con richieste di aiuto perché padri e madri non sanno come sfamare i figli e si vergognano di trovarsi per la prima volta in questo tipo di difficoltà

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento