Attualità

Brindisi: somministrazione all’aperto anche per locali con un solo bagno

Deroga del sindaco alle linee guida regionali che dispongono la presenza di almeno due bagni, uno per il personale e uno per gli utenti, fino a 50 posti a sedere

BRINDISI – Anche pub, bar e gelaterie che dispongono di un solo bagno potranno somministrare bevande, comprese quelle alcoliche, dolciumi, gelati e prodotti di gastronomia su spazi pubblici attrezzati con dehors (sui tavolini, in sostanza). Con un ordinanza firmata ieri dal sindaco Riccardo Rossi, il Comune di Brindisi ha applicato una deroga alle linee guida regionali secondo le quali, in sostanza, se il locale ha una sola toilette non può avere tavolini a sedere, perché, fino a un limite massimo di 50 posti a sedere, l’esercente deve disporre di almeno due servizi igienici: uno destinato all’utenza e l’altro utilizzato esclusivamente dal personale.

Con la deroga prevista dall’amministrazione comunale, invece, i locali dotati di un solo bagno (destinato quindi ai dipendenti), “potranno utilizzare i bagni pubblici di prossimità o quelli messi a disposizione da altri pubblici esercizi nelle vicinanze”. “Il servizio igienico del pubblico esercizio – stabilisce ancora l’ordinanza - dovrà restare chiuso e ad uso esclusivo del titolare e del personale dipendente”. I bagni pubblici messi a disposizione dell’utenza sono quelli di piazza Mercato coperta.  

L’ordinanza, giunta al culmine di una interlocuzione fra gli esercenti e l’assessore alle Attività produttive, Oreste Pinto, ha un duplice obiettivo: far lavorare con tavoli e sedie anche i bar e tutti i locali del centro che, per ragioni strutturali, non possono avere due bagni; ridurre lo spazio per gli assembramenti in piedi, destinando maggiori porzioni di aree pubbliche ad ospitare sedie e tavolini distanziati sulla base delle norme anti contagio da coronavirus. 

In tutto il territorio comunale, inoltre, “gli spazi attrezzati con dehor  - si legge ancora nell’ordinanza - dovranno essere ubicati in prossimità delle attività produttive senza attraversamento di strade aperte al transito veicolare, ad eccezione delle sole attività di bar, caffetterie, gelaterie, pasticcerie e similari, le quali potranno somministrare le rispettive preparazioni gastronomiche a condizione che le stesse siano opportunamente protette da potenziali fattori di contaminazione durante l’attraversamento della sede stradale, soprattutto qualora sia aperta al traffico veicolare. Sia le strutture che gli spazi di cui sopra dovranno essere dotati di distributori automatici di prodotto sanificante in prossimità degli accessi e a disposizione degli utenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi: somministrazione all’aperto anche per locali con un solo bagno

BrindisiReport è in caricamento