rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Attualità

"Devastazione nella piscina comunale del Sant'Elia: è un atto intimidatorio"

All'indomani della scoperta del raid sulla vicenda interviene il sindaco Riccardo Rossi: "E' un inquietante tentativo di condizionare l'Amministrazione comunale nelle decisioni da prendere"

BRINDISI - All'indomani della scoperta del raid che ha colpito la piscina comunale del rione Sant'Elia, sulla vicenda interviene anche il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, che non pensa a un "semplice" atto vandalico: "La devastazione che ha subìto la piscina comunale al quartiere Sant'Elia, per la natura dei danni provocati, non è a mio avviso derubricabile ad un mero atto vandalico, le azioni distruttive alla struttura e agli impianti sono troppe e specifiche per pensare a semplici teppisti".

Non è la prima volta che accade. Prosegue Rossi: "Inoltre questo ultimo atto, il più eclatante, arriva dopo altri episodi simili ma di livello inferiore. E' evidente a mio parere che siamo di fronte a un atto intimidatorio, un inquietante tentativo di condizionare l'Amministrazione comunale nelle decisioni da prendere sulla piscina comunale, i cui bandi in questi anni sono sempre andati tutti deserti, in merito ad una vendita o una gestione dell'impianto".

Vetro rotto nella piscina di Sant'ELia (2)

"Dopo la denuncia che l'ufficio sta producendo per i danni subiti, al mio rientro dall'assemblea nazionale dell'Anci che si tiene a Bergamo, porterò queste mie considerazioni e preoccupazioni nelle sedi opportune", conclude il sindaco Riccardo Rossi. I danni causati da ignoti sono stati ingenti: fori che lascerebbero pensare, anche se su questo non vi sono ancora riscontri, all'esplosione di colpi di arma da fuoco. E poi finestre in frantumi, trampolino e infissi smontati, panchine divelte e devastazioni nel vano delle pompe. 

La scoperta di quanto avvenuto è stata fatta nella mattinata di lunedì 21 novembre. Ignoti malfattori hanno preso di mira varie finestre e una porta vetrata. I fori rinvenuti su alcuni vetri sembrerebbero compatibili con delle pistolettate. Non è da escludere, però, l’utilizzo di altri corpi contundenti. Una panchina è stata gettata sul fondo della vasca, piena d'acqua. Ma il grosso dei danni è stato riscontrato nel seminterrato, dove le pompe sono state messe fuori uso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Devastazione nella piscina comunale del Sant'Elia: è un atto intimidatorio"

BrindisiReport è in caricamento