menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Di Bello c'è la vita": l'arbitro brindisino testimonial della Brinal

Il fischietto internazionale volto di una campagna dell'associazione italiana contro le leucemie, linfomi e mieloma

BRINDISI - “Di Bello c’è la vita”: questo lo slogan della campagna a sostegno di Brinail (associazione italiana contro le leucemie, linfomi e mieloma), di cui è testimonial l’arbitro internazionale Marco Di Bello. L’adesione del fischietto brindisino alla causa della Brinail è stata sugellata da una conferenza stampa che si è svolta stamattina (martedì 4 dicembre) presso palazzo Nervegna, in presenza dell’assessore allo Sport, Oreste Pinto. Di Bello, da anni fra i più apprezzati arbitri della Serie A di calcio, presterà il suo volto alle iniziative dell’associazione, all’insegna del motto: “Il modo migliore per affrontare la malattia non è nasconderla, ma raccontarla”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento