Turismo, comode discariche sulla strada per il mare brindisino

Una montagna di rifiuti in zona Apani, tra divani e scarti industriali, sullo svincolo che conduce a gettonati stabilimenti balneari

BRINDISI- Sono stati investiti due milioni di euro per la nuova campagna di Pugliapromozione e della Regione per incentivare il turismo in Puglia: si chiama “Riparti dalla Meraviglia” e, sicuramente, di meraviglioso nella foto di apertura c’è un comodo biposto, tra sacchi di immondizia e scarti industriali, posizionato sulla strada provinciale 89 (quella che conduce a noti stabilimenti di Apani, per intenderci), pensato per i turisti che attendono il pullman.

spazz-2

Dunque, se gli imprenditori brindisini, durante il lockdown e la quarantena, si preoccupavano delle cancellazioni di spettacoli e pernottamenti, la promozione del territorio deve continuare a fare i conti con un problema atavico che affligge la cultura e il turismo nostrano: le discariche a cielo aperto nelle località marine di Brindisi, di cui già lo scorso anno abbiamo abbondantemente discusso, proponendo semplici soluzioni. Le fototrappole.

Ma da cosa è costituita questa montagna di immondizia? Ci sono reti a doghe per letti singoli e matrimoniali, rifiuti di vario genere, sacchetti di immondizia con indumenti, tubi di irrigazione e scarti industriali. Tutti lì, sotto al sole e alla pioggia, ma soprattutto sotto agli occhi dei turisti che frequentano i lidi della zona, nei pressi di una cartellonistica stradale che indica la direzione da prendere per raggiungere la Riserva di Torre Guaceto e la superstrada per Bari. Proprio all’altezza di una strada che porta al mare e prosegue con la litoranea sino al capoluogo.

rete-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Promuovere le bellezze del territorio sì, ma rispettarle e averne cura deve essere la prerogativa di ciascuno per lanciare appelli positivi agli operatori dell’accoglienza e ai turisti che quest’anno, più di passate stagioni, hanno deciso di trascorrere le vacanze sicure anti covid in Puglia. “Riparti dalla Meraviglia” sì, ma che si tratti di una capacità di autodisciplinarsi all’educazione civica e ambientale. Anche attraverso l’uso di fototrappole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Incidente in campagna: padre con la motozappa travolge il figlio

  • Prima svolta, indagato il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Scu, estorsioni nelle campagne: “Un euro per ogni quintale di grano prodotto”

  • Morte bianca di Francesco Leo: l'azienda patteggia la pena

  • Ospedale Perrino: la gestione dei parcheggi in mano alla Scu

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento