Distanza di sicurezza in autobus: vietato avvicinarsi al conducente

La Stp fa rispettare le misure anti contagio da coronavirus. Passeggeri a due file di sedili di distanza dall'autista

BRINDISI – Anche la Stp si è organizzata per far mantenere la distanza minima di sicurezza di un metro, fra i passeggeri che viaggiano a bordo dei propri autobus. La foto a corredo dell’articolo è stata scattata stamattina (domenica 8 marzo) all’interno di una vettura della linea extraurbana Brindisi-Cisternino. Come si vede, gli utenti devono tenersi a due file di sedili di distanza dal conducente. La linea da non superare viene indicata attraverso un nastro biancorosso. Tutto ciò nel rispetto delle direttive imposte dal governo per contenere l’epidemia di Codiv-19. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Brindisi usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio Polignano, salgono a 168 i positivi: 5 sono a Villa Castelli e 2 ad Ostuni

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

  • Lecce, shopping nel centro commerciale senza pagare: arrestata una brindisina

  • Chiedono i documenti: poliziotti aggrediti con calci e pugni in stazione

  • Vandali scatenati: appiccati tre incendi nella scuola materna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento