Distanze di sicurezza: ingressi scaglionati nei supermercati

Anche in provincia di Brindisi ci si organizza per evitare assembramenti nei supermarket. Alcuni avventori con guanti e mascherine

BRINDISI – Anche nei supermercati di Brindisi ci si sta organizzando per far rispettare la distanza di sicurezza di un metro fra gli avventori, per prevenire i contagi da Coronavirus. Le foto a corredo dell’articolo (scattate dal dipendente Cosimo Camassa) documentano quanto da stamattina avviene all’esterno del supermercato Dok situato in via Sant’Angelo, dove gli ingressi dei utenti vengono scaglionati.

Supermercato Dok via Sant'Angelo 2-2-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alcuni cittadini indossano guanti e mascherine. Consapevoli dell’importanza della prevenzione, tutti aspettano con serenità il loro turno. Evitare assembramenti di qualsiasi tipo è di importanza vitale per evitare la diffusione del Covid-19. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapinatori armati di mazza nel centro commerciale Le Colonne: caos tra gli avventori

  • Coronavirus: nuovo picco in Puglia, contagi in aumento a Brindisi

  • Nuovi contagi nelle scuole: positivi a Brindisi, Ostuni, Ceglie e Fasano

  • Positivi al covid andavano a lavorare in campagna: denunciati

  • Bambino positivo al Covid: lo sfogo della zia, contro ignoranza e maldicenze

  • Coronavirus, escalation di ricoveri. Nel Brindisino continuano ad aumentare i positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento