Donati saturimetri e thermoscan all’Asl ed alle associazioni di volontariato

Da parte del Club Soroptimist. Ha anche sostenuto le famiglie in difficoltà, con aiuti alimentari recapitati alla Caritas del Centro città

BRINDISI - Le socie del Club Soroptimist di Brindisi, coordinate dalla presidente pro-tempore Paola Leo, non si sono arrese davanti all’isolamento imposto dalla emergenza Covid e si sono attivate per rimanere, comunque, vicine alle esigenze del proprio territorio, in un momento così delicato, mettendo a disposizione il proprio potenziale organizzativo per perseguire la mission del Club al servizio della comunità. In tal senso, nelle prime settimane di lockdown, il Club ha sostenuto le famiglie in difficoltà, con aiuti alimentari recapitati alla Caritas del Centro città.

Soroptimist_ASL-2

Successivamente, il Club Soroptimist di Brindisi, in linea con le linee guida nazionali volte sostegno al settore sanitario, tanto colpito dall’emergenza Covid, ha proiettato la propria attenzione alle fasi di ripresa e riapertura delle attività sanitarie e sociali sul territorio, decidendo di donare all’Asl di Brindisi 3 saturimetri professionali da destinare all’assistenza territoriale di Brindisi, fondamentali per la misurazione dei parametri respiratori e rilevazione contestuale dei parametri vitali, anche ad integrazione e supporto di sistemi di telerefertazione già in dotazione delle strutture sanitarie.

Mercoledì 10 ha avuto luogo la donazione dei dispositivi presso la sede legale della Asl in via Napoli, con consegna nelle mani del  direttore generale,  Giuseppe Pasqualone, alla presenza dei suoi collaboratori Ds dr Gigliobianco, della  Da dr.ssa Diodicibus, del dirigentesSanitario del distretto Dr Greco e della dirigente amministrativa dr.ssa Carrozzo. I dispositivi medici donati alla Asl saranno impiegati nell’ambito delle attività ambulatoriali e domiciliari afferenti al distretto socio sanitario n. 1 di Brindisi, relative ad erogazione di assistenza sanitaria territoriale ordinaria e correlata al trattamento del Covid 19.

Soroptimist_Sindaco-2-2

Sempre con una particolare sensibilità verso il territorio  il Club Soroptimist, invece, ha regalato 15 thermoscan “VisioFocus Pro” ad altrettante associazioni di volontariato cittadine, che, nel riprendere le loro attività devono  garantire i requisiti di accesso tramite puntuali controlli della temperatura corporea.  Nello specifico le donazioni sono andate a Punto Luce Spazio Mamme, Contrada Chiodi, Rcb Protezione Civile Brindisi, Casa Betania, Comunità Balbis, Centro Educativo Minorile, Cav “Ricomincio da M”, Centro di Aggregazione Giovanile Paradiso, Cav Crisalide, Cooperativa Eridano, Suore Vincenziane, Oltre l’Orizzonte, Aipd, Ass. Migrantes - Forum.

Alla cerimonia di consegna di giovedì 11 a Palazzo di Città erano presenti il sindaco Riccardo Rossi e l’assessore ai Servizi Sociali Isabella Lettori, che ha collaborato con il club Soroptimist nell’identificazione delle necessità delle associazioni di volontariato sociale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Il ballerino Alessandro Cavallo entra nella scuola di "Amici" di Maria De Filippi

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Addio a Fabio D'Aprile: lutto nel basket brindisino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento